Wind Jet: sindacati chiedono il commissariamento della compagnia aerea

Per i sindacati la soluzione per Windjet è il commissariamento, "utile per farla ripartire quanto prima". In una nota, i sindacati etnei affermano che la cassa integrazione non è la soluzione

Senza aerei, riconsegnati alle società di leasing (tranne uno sequestrato dall'aeroporto di Catania a garanzia del credito), con la licenza sospesa e un debito che sembra aggirarsi intorno ai 150 milioni di euro, Windjet spera di trovare un partner che la faccia rinascere, dopo l'addio da parte di Alitalia.

Nell'attesa, la compagnia low cost catanese ha comunicato ai 504 dipendenti l'avvio della cassa integrazione straordinaria (che nel trasporto aereo prevede quattro anni a cui se ne aggiungono tre di mobilità). Una vicenda che ''ha prodotto sicuramente un danno economico rilevante ma soprattutto di immagine'', ha sottolineato il ministro del Turismo Piero Gnudi.

''Si deve realizzare una miglior 'difesa' anche per il settore aereo'', ha aggiunto. Il timore, espresso da più parti e oggi dal segretario nazionale della Filt Cgil Mauro Rossi, è il ''rischio fallimento tra settembre e marzo per il 50% delle aziende dell'intero comparto del trasporto aereo italiano, fra compagnie, handlers, catering e gestori manutenzioni''.

Per i sindacati la soluzione per Windjet è il commissariamento, ''utile per farla ripartire quanto prima'' - ha detto il segretario nazionale della Uil Trasporti Marco Veneziani - ''anche se siamo disposti a prendere in esame altre soluzioni''. Per Rossi, invece, è ''sconcertante'' che Windjet ''rifiuti il commissariamento e affermi di farcela da sola''.

Le segreterie provinciali di Catania dei lavoratori dei trasporti Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Ugl Trasporti, fanno sapere che ''nei prossimi giorni anche i piloti, i tecnici e gli assistenti di volo di Wind Jet entreranno nella richiesta di cassa integrazione straordinaria. La procedura era stata già aperta per gli impiegati del settore amministrativo''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

''La cassa integrazione - si legge in una nota- serve a tutelare tutti i lavoratori ma non e' la soluzione. I 504 lavoratori giovani e professionalizzati nel settore del trasporto aereo rischiano di arricchire le sacche dei numerosi giovani che gia' vivono il disagio dell'inoccupazione''. Cgil, Cisl, Uil, Ugl e i sindacati di categoria ''terranno altissima l'attenzione nelle prossime ore e nei prossimi giorni affinche' tutti i lavoratori dipendenti vengano tutelati, soprattutto se il prossimo passaggio sara' la new Co e tutti i lavoratori dovranno esserne coinvolti''. I sindacati chiedono a Windjet ''chiarimenti rispetto a come intende procedere, con quali partner e con quali garanzie per i 504 lavoratori dipendenti''. ''Il ministro Passera - aggiungono - ha assicurato un monitoraggio costante sulla vicenda, anche se nel corso dell'incontro del 14 agosto scorso l'intervento del governo non e' stato determinante per la risoluzione positiva della vicenda, risoluzione che e' anche urgente perche' vitale per l'economia di Catania e dell'intera regione''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

  • Incidente stradale a Biancavilla, moto contro un palo: morto 19enne

Torna su
CataniaToday è in caricamento