Turisti in viaggio da Mosca a Catania: hanno impiegato 30 ore

Una odissea per 34 turisti siciliani. Un viaggio da Mosca a Verona, cambio di aereo al Valerio Catullo con volo diretto per Catania: invece di 5 ore, i turisti hanno impiegato quasi 30 ore

Una odissea per 34 turisti siciliani. Un viaggio da Mosca a Verona, cambio di aereo al Valerio Catullo con volo diretto per Catania: invece di 5 ore, i turisti hanno impiegato quasi 30 ore. Il volo che doveva partire alle 15,25 (ora locale, in Italia le 13,25) da Mosca, con la Windjet, è stato spostato alle 18,30 (16,30 ora italiana). L'aereo arrivato a Verona alle 19,45 e l'attesa a bordo, prima ancora di aprire i portelloni.

Dopo un quarto d'ora una nuova comunicazione: il volo per Catania è stato cancellato. I passeggeri sono destinati a Parma, per prendere lì l'aereo. Ma il pullman arriva solo alle 22,45, dopo oltre 2 ore di attesa ed è strapieno.

Appena arrivati a Parma, i passeggeri vengono informati che l'aereo è stato soppresso e il successivo è alle 8.45. Per questo verranno alloggiati in un vicino motel, ma con sveglia alle 5, per fare il check-in e partire in orario. Ma la mattina successiva, dopo poche ore di sonno, in aeroporto vengono a sapere che l'aereo è stato spostato alle 10,30, poi alle 12, poi alle 13. Ma alle 13 sono ancora tutti all'aeroporto di Parma, bloccati e senza sapere se e quando potranno tornare a casa.

Continui ritardi che non sembrano essere tanto differenti da quelli registrati, in quest'estate, all'Aeroporto Fontanarossa, le cui cause principali sono da attribuire alle eruzioni dell'Etna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento