Zammataro (Codici): "Cartella esattoriale di 4 mila euro annullata perché non notificata con Poste Italiane"

Il caso raccontato dall'esponente dell'associazione a tutela dei diritti del cittadino

È iniziato bene il 2020 per un contribuente che si è visto notificare da parte di Riscossione Sicilia una cartella esattoriale di 4000 euro per crediti del 2008, notificata nel 2014 dalle poste private Nexive.

A raccontare la vicenda è il segretario regionale dell'associazione dei consumatori Codici Manfredi Zammataro. Il contribuente in questione infatti, ritenendo illegittima la pretesa creditoria si era rivolto all’associazione. Dall’analisi della cartella sono emersi numerosi profili di illegittimità e per tale ragione, assistito dagli avvocati Manfredi Zammataro, Mario Campione e Rebeca Clemente Ruiz il cittadino ha fatto ricorso al Giudice di Pace di Catania che ha poi annullato interamente la cartella esattoriale, condannando Riscossione Sicilia al pagamento delle spese legali.
 

“Abbiamo deciso di impugnare la cartella dinnanzi al Giudice di Pace poiché i crediti richiesti da Riscossione Sicilia erano ampiamente prescritti e quindi non più dovuti. Per appurare ciò, però, - spiega Zammataro- occorre che sia il Giudice a riconoscerlo e questo è avvenuto”.
 
“Ma un altro aspetto decisivo che abbiamo evidenziato e che è stato puntalmente accolto riguarda le modalità di notifica della cartella di Riscossione Sicilia. Infatti – prosegue il segretario di Codici – la cartella è stata notificata al cittadino con un servizio di posta privata e ciò ha reso la notifica del tutto illegittima in quanto nel periodo di tempo considerato l'unico soggetto autorizzato per la notifica di simili atti era Poste Italiane”.
 
"Un successo che sancisce un principio fondamentale :che è giusto e doveroso pagare I tributi dovuti ma non quelli che ormai sono prescritti o notificati in maniera illegittima”, ha concluso Zammataro.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento