Cronaca

Zona industriale, per la commissione al Patrimonio chiede interventi per Natale

Tomarchio lamenta "un immobilismo preoccupante che rischia di aggravare ulteriormente situazioni al limite della disperazione"

Senza pubblica illuminazione, senza acqua corrente ma, in compenso, letteralmente invasi dalle buche, dalle sterpaglie e dai problemi di ogni tipo. Questo è il pensiero dei tanti imprenditori stanchi di investire nella zona industriale di Catania. Il presidente della commissione al Patrimonio Salvatore Tomarchio lamenta "un immobilismo preoccupante che rischia di aggravare ulteriormente situazioni al limite della disperazione. Ecco perchè sotto l’albero di Natale gli imprenditori vorrebbero un sistema di pubblica illuminazione, strade e condutture degne di questo nome. Servizi ed infrastrutture per rispondere alle necessità e alle emergenze che un’area caratterizzata da decine di imprese medie e grandi impone. Basta interventi in urgenza, lavori spot e opere di emergenza".

"Sulla zona industriale- conclude Tomarchio- serve un piano dettagliato e chiaro nel breve,medio e lungo periodo. Una richiesta che il sottoscritto presidente della commissione al Patrimonio, Salvatore Tomarchio, fa con il preciso scopo attirare qui nuovi imprenditori, per creare sviluppo in tutto il territorio, e non far fuggire quelli già presenti con effetti ancor più devastanti per l’intera economia del capoluogo etneo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona industriale, per la commissione al Patrimonio chiede interventi per Natale

CataniaToday è in caricamento