Allagamenti zona industriale: dipendenti bloccati dentro le azienda

I lavoratori di ST, Micron e 3Sun nella zona del modulo M6 di Blocco Torrazze, sono rimasti bloccati in condizioni di estremo pericolo. A denunciare la situazione in una nota, il segretario provinciale dell'Ugl Metalmeccanici Luca Vecchio

Infophoto

Il maltempo ha provocato ingenti danni nella zona industriale di Catania. In particolare, i lavoratori di ST, Micron e 3Sun nella zona del modulo M6 di Blocco Torrazze, sono rimasti bloccati in condizioni di estremo pericolo.

A denunciare la situazione in una nota, il segretario provinciale dell'Ugl Metalmeccanici Luca Vecchio, che definisce "invivibile" la zona di Pantano d'Arci e annuncia che si rivolgerà all' autorità giudiziaria per accertare eventuali responsabilità e affinchè si possa assicurare assistenza e sicurezza alle decine di migliaia di persone che lavorano e pagano le tasse.

"La ST - dice Vecchio - ha chiesto la cassa integrazione, mentre i lavoratori delle altre aziende sono rimasti intrappolati nelle fabbriche, nel completo disinteresse da parte di chi è deputato ad attivare i soccorsi nonostante le rassicurazioni ricevute sulla funzionalità del servizio di video sorveglianza".

"A nulla - aggiunge Vecchio - sono servite le proteste e gli incontri in prefettura con il vice prefetto Fichera e con l'Assessore regionale alle Attività produttive Venturi sulla gestione del consorzio ASI del 25 novembre 2010".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vecchio parla di una zona industriale "pericolosissima per continui allagamenti, scarsa illuminazione, strade dissestate, discariche a cielo aperto, la presenza di branchi di cani randagi, l'assenza di una postazione di pronto intervento, etc" e di uno "stato di sottosviluppo, di abbandono e di pericolo per le persone da oltre dieci anni". "Nonostante gli impegni da parte delle istituzioni - conclude il sindacalista - nessun intervento infrastrutturale o di manutenzione si è verificato concretamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento