menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gabriele Buffardeci

Gabriele Buffardeci

Zooklie, catanese la nuova idea che rivoluzionerà il mondo del web

Il suo sviluppatore, Gabriele Buffardeci è un giovane imprenditore locale di 31 anni. Il social street network è stato selezionato dal Sole 24 ore quale migliore idea di start up

Il social network del futuro è tutto catanese. Il suo sviluppatore, Gabriele Buffardeci è un giovane imprenditore locale di 31 anni.

Zooklie è questo il nome del nuovo social street network selezionato dal Sole 24 ore quale migliore idea di start up ed è stato presentato alla fiera delle “nuove idee” organizzata a Milano.

“Il nome voleva essere originale cosi sarebbe stato più semplice arrivare a risultati univoci – dichiara Gabriele - Il nome contiene due "O" di buon auspicio perché tutte le grandi aziende dell'informatica ne hanno due come yahoo, facebook, google, e molte altre” .

Il nuovo social sviluppa una nuova ed innovativa idea di social in cui ad essere al centro è la persona, che può interagire ed avere un feedback diretto sulle attività commerciali e gli eventi in zona, è possibile avere informazioni di ogni tipo su quel luogo e scegliere fra le offerte commerciali geograficamente più vicine per acquistare qualunque prodotto o servizio al miglior ai prezzo.

L'idea di Zooklie è nata mentre giravo per le vie di Catania. Durante la passeggiata osservavo che le persone erano alla ricerca di luoghi in cui conoscere più persone ed eventualmente risparmiare. Ho sempre immaginato un futuro differente, in cui tutto è integrato, nel quale tutte le informazioni sono a disposizione di tutti ovunque essi siano – afferma  Buffardeci - ho quindi pensato che era il momento di fare qualcosa. Lo scopo era dare vita ad un sistema che come nei film di fantascienza, permettesse alle persone di migliorare il proprio stile di vita”.

Il nuovo network permette quindi di utilizzare i social in maniera concreta, potendo dialogare in tempo reale con le persone che già si trovano in quel luogo, massimizzando cosi l’esperienza sociale e l’integrazione fra la realtà e la tecnologia, concentrando servizi ed informazioni che fino ad oggi sono frammentate e spesso insufficienti, se non addirittura assenti.

“Finora gli altri social hanno allontanato le persone dalla realtà rendendo le loro vite virtuali – continua lo sviluppatore - noi invece vorremmo fare il contrario, e dare concreto supporto alla vita di tutti i giorni”.

Zooklie definisce un concetto nuovo di Augmented Social Experience, eliminando le distanze geografiche e portandoci ad un passo dal futuro. Sono finiti dunque i tempi in cui ci si perdeva nei meandri della rete per capire se l’albergo che avevamo scelto per le nostre vacanze era veramente quello che avevamo visto in foto nei depliant dell’agenzia viaggi o magari in qualche vecchia immagine di google street, adesso basterà  “zooklare” la via dove risiede l’hotel, o quella in cui ci troviamo in tempo reale, e farsi consigliare direttamente e senza false ipocrisie da chi realmente percorre o meglio vive in quella zona.

“A Catania, nonostante la presenza di grandi aziende produttrici di tecnologie all'avanguardia dichiara Gabriele Buffardeci - c'è ancora riluttanza, e spesso chi lavora in questo campo, a differenza del resto d'Europa, viene visto come "chi sistema i computer". Lentamente la situazione, sta iniziando a cambiare, e qualche passo è stato già fatto, anche solo introducendo il wifi gratuito in città”.

“Fare impresa in una città come la nostra è difficile, innanzitutto perché siamo un popolo spesso refrattario alle novità – continua il “padre” di Zooklie - il più delle volte ho difficoltà anche solo a far comprendere cos'è una startup. Viviamo in un territorio difficile, in cui il lavoro scarseggia e le persone sono spesso costrette più a sbarcare il lunario che a cercare di realizzarsi professionalmente e, questo ostacola chi fa impresa. La regione Siciliana, potrebbe aiutare lo sviluppo di startup, sopratutto dal punto di vista burocratico e assistenziale. Per quanto riguarda il comune di Catania, si potrebbero pianificare tavoli tecnici con chi ha già iniziato ed aumentare i servizi utili in città, sarebbe già un primo passo anche per cominciare a combattere la disoccupazione”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento