rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
publisher partner

Le Donne nell'immobiliare: le 7 abilità

Il broker Saverio Franceschini ha fornito la sua testimonianza in merito alla crescita delle donne all'interno del settore, e ha raccontato quali sono le abilità specifice possedute dal "gentil sesso"

La nuova frontiera del mercato immobiliare si tinge sempre più di rosa. Non a caso, numeri e cifre confermano questa tendenza. 

A tal proposito, il broker Saverio Franceschini ha fornito alcuni chiarimenti in merito al ruolo delle donne all'interno del settore. 

Perché l'immobiliare dovrebbe investire sulle donne

"I dati confermano ancora una forte prevalenza della presenza maschile, soprattutto se guardiamo alle posizioni manageriali e in generale a ruoli decisionali di alto livello. - Afferma Franceschini, titolare della RE/MAX Platinum - Ma attenzione alla tendenza dell'ultimo periodo, perché negli ultimi anni le quote rosa, e quindi le donne, stanno occupando anche posizioni di rilievo nel quadro immobiliare".

Tavola disegno 1-16-3

"Se inizialmente ricopriva ruoli di segreteria o in amministrazione, oggi la presenza femminile si è allargata alla compravendita all’interno di agenzie immobiliari, al marketing, agli aspetti commerciali, fino a scalare gradualmente posizioni al vertice, anche in grandi gruppi internazionali. - Prosegue - Le quota rosa hanno una grande presenza in Platinum: il 39 % dei nostri Agenti sono donne e se parliamo dell'intero staff tale presenza supera il 63 %; questo è un dato che fa capire molte cose”.

Convention20210514-2

Che risultati hanno le donne nell’immobiliare

"Direi esiti straordinari - comunica Franceschini - per ben due anni negli utlimi tre, il nostro top producer è stato una donna e per di più due soggetti diversi. Un successo che non nasce per caso, ma da basi importanti e solide. Le ragioni sono diverse e il segreto del loro successo deriva da 7 mosse."

Ecco quali sono i punti di forza delle presenza femminile, secondo il titolare della RE/MAX Platinum. 

Convention20210362-2

- Capacità di ascolto: l’empatia è donna, con un’innata capacità di ascolto che si traduce in maggiore livelli di immedesimazione. Si tratta di una soft skill molto importante in una professione in cui ci si confronta con le esigenze dei clienti e si è chiamati a soddisfare un bisogno fondamentale: la ricerca della propria casa. Saper ascoltare ed essere in grado di "mettersi nei panni" dell’altro per rispondere ad ogni dubbio o richiesta, trasmettendo affidabilità, è sicuramente un punto di forza.

Convention20210370-2

- Abilità comunicative: è un aspetto chiave alla base del lavoro di squadra. Attraverso una comunicazione chiara ed efficace si prevengono i problemi e si incoraggiano l'apertura e la collaborazione. Le donne hanno una naturale propensione al dialogo e a sviscerare gli aspetti più delicati delle questioni. 

- Capacità di negoziare: le donne sono allenate ad una costante negoziazione. Orari di rientro, tempo da dedicare alla tv o ai videogiochi, ore di studio e il loro rapporto con i figli spesso le aiuta sotto questo aspetto. Tale abilità è indispensabile nella professione di agente immobiliare, non solo fra venditore e acquirente ma anche fra i membri del team.

Intelligenza emotiva: risulta fondamentale per costruire un’azienda (o una squadra) resiliente e motivata. "Le donne tendono ad esprimere un forte senso di consapevolezza - afferma Saverio Franceschini - Questa capacità consente di cogliere piccole sfumature, così come di prevenire i conflitti interpersonali, poiché un leader che osserva e conosce la sua squadra può vedere un problema all’orizzonte e affrontarlo prima che sia troppo tardi”.

- Attitudine al bello e allo stile: l’home staging fa vendere case. La casa non è solo un bene materiale e per conquistare un cliente non è sufficiente parlare al suo portafoglio. È necessario comprendere a fondo la componente emotiva che spinge all’acquisto di un determinato immobile anziché di un altro. "Qui le donne - prosegue Franceschini - hanno sicuramente una marcia in più. Proprio per una naturale propensione allo stile e all’equilibrio, la figura femminile è in grado di valorizzare una casa al meglio, individuando quali caratteristiche mettere in evidenza o come ristrutturare gli spazi per ricavarne un insieme gradevole e funzionale, che conquisti il cuore di chi la visita”.

- Capacità di trovare soluzioni: "per questo aspetto la donna è anti convenzionale" afferma Franceschini. 

- Capacità di risolvere conflitti - "La logica ti porterà da A a B. L’immaginazione ti porterà ovunque. Questo concetto, espresso da Albert Einstein nel secolo scorso, fu precursore della teoria del pensiero laterale, formulata dallo psicologo Edward De Bono nel 1967. Secondo lo studioso, il pensiero laterale è una forma di pensiero non convenzionale, che va oltre la logica e osserva i problemi da angolazioni diverse.

Convention20210813-2

Alcuni studi scientifici hanno identificato nel genere femminile una migliore capacità che si attribuisce alle donne nel multitasking, ovvero nel fare più cose contemporaneamente, così come nell’essere più portate a pensare a soluzioni meno convenzionali. Stesso discorso per i conflitti. Ingrid Hollweck, autrice del libro Conflict Coaching sostiene che le donne solo apparentemente non siano forti nella gestione degli scontri. - Cnclude Saverio Franceschini  - Secondo l’autrice, sono molto più sensibili dei maschi negli aspetti relazionali, anche in ambito professionale, e quindi più disposte a creare una buona armonia tra colleghi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CataniaToday è in caricamento