Wind Jet, acquisizione Alitalia: l'Antitrust ha dato l'ok

Lo scorso 6 giugno il garante per la concorrenza ha avviato un'istruttoria. Oggi il via libera ma la società dovrà cedere alcune slot

L'Antitrust ha dato il suo assenso all'acquisizione della compagnia aerea catanese da parte di Alitalia-Cai. Affinchè le regole della concorrenza vengano rispettate e non venga così a crearsi nessuna posizione dominante il garante ha però stabilito che la società dovrà cedere slot sulle rotte Palermo-Milano Linate, Catania-Milano Linate e Catania-Roma Fiumicino.

La decisione arriva inseguito all'incontro che si è tenuto venerdì scorso in piazza Giuseppe Verdi per discutere la questione. I passeggeri della Windjet possono tirare un sospiro di sollievo. I disagi subiti nell'ultimo mese dovrebbero essere solo un ricordo.

L'ISTRUTTORIA. Lo scorso 6 giugno il garante aveva avviato un’istruttoria per verificare se l’acquisizione della compagnia aerea siciliana da parte di Alitalia-Cai violasse o meno le regole della concorrenza. Nove nel dettaglio le rotte nazionali interessate dall'operazione in esame e sospettate di minare il mercato: i collegamenti Catania-Bologna; Catania-Milano Linate; Catania-Milano Malpensa; Catania-Pisa; Catania-Roma; Catania-Venezia; Palermo-Milano; Palermo-Roma;  Palermo-Torino. Si tratta di rotte coperte da entrambe le compagnie che, in caso di fusione, avrebbero potuto portare l'Alitalia-Cai ad assumere una posizione dominante sul mercato.

Nel valutare la concentrazione l'Antitrust ha inoltre considerato il valore concorrenziale dell’acquisizione, da parte di Alitalia-CAI, di nuovi slot nello scalo di Milano Linate. Presso quella struttura aeroportuale gli slot sono contingentati a causa di vincoli strutturali e regolamentari: Alitalia-CAI potrebbe nell’ambito delle proprie strategie di competizione nei confronti dei concorrenti, modificare la destinazione di quelli al momento di WindJet.

LE CONDIZIONI DELL'ACQUISTO. Per evitare gli effetti anticoncorrenziali che si sarebbero altrimenti creati sulle rotte Catania-Milano, Palermo-Milano e Catania-Roma, l'Antitrust ha stabiliti che per le quattro stagioni IATA successive alla stagione Summer 2012 attualmente in corso, Alitalia dovrà rilasciare:

1) sulla rotta Catania-Milano Linate: fino a 2 coppie di slot (equivalenti a due diritti di decollo e due diritti di atterraggio), corrispondenti ai voli operati da WindJet nelle stagioni IATA Summer2012 e Winter 2011/2012;

2) sulla rotta Palermo-Milano Linate: 1 coppia di slot (equivalente a un diritto di decollo e un diritto di atterraggio), corrispondente ai voli operati da WindJet nelle stagioni IATA Summer2012 e Winter 2011/2012;

3) sulla rotta Catania-Roma Fiumicino: fino a 2 coppie di slot (equivalenti a due diritti di decollo e due diritti di atterraggio), corrispondenti ai voli operati nelle fasce della mattina (7-9) e della sera (19-21) da WindJet nelle precedenti stagioni IATA Summer2012 e Winter 2011/2012.

A gestire l’allocazione degli slot dovrà essere un soggetto terzo (monitoring trustee), indipendente da Alitalia, che non sia esposto a conflitti di interesse. Il soggetto sarà selezionato da Alitalia entro 30 giorni e la scelta dovrà essere approvata dall’Autorità. Il monitoring trustee raccoglierà le richieste dei vettori concorrenti (i quali dovranno essere privi di legami societari, finanziari e commerciali con Alitalia e non facenti parte dell’alleanza SKYTeam) che dovranno contemplare l’impegno ad operare, per almeno quattro stagioni IATA, i voli sugli slot richiesti con vincolo di destinazione sulle corrispondenti rotte interessate.

Sarà il monitoring trustee, nei casi di effettiva indisponibilità di slot negli scali individuati, a decidere a chi assegnare gli slot che Alitalia è obbligata a rilasciare, sulla base di una procedura comparativa che tenga conto di una serie di requisiti dei potenziali acquirenti, quali i business plan, le caratteristiche del vettore, i piani commerciali e tariffari, nonché l’ampiezza del network operato anche con riguardo alla modalità di allocazione degli slot eventualmente detenuti sullo scalo oggetto della richiesta.

Alitalia dovrà presentare all’Autorità una relazione illustrativa sull’ottemperanza delle misure prescritte entro il termine di due settimane successive all’inizio di ogni stagione IATA, con periodicità fino alla stagione IATA Summer 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento