Aeroporto Fontanarossa: nuovi lavori grazie ai soldi del Cipe

Prende il via il piano di investimenti in autofinanziamento predisposto in questi anni dalla società di gestione dell'Aeroporto Internazionale di Catania Fontanarossa nell'ambito della concessione quarantennale dello scalo da parte di Enac

Da novembre partiranno i nuovi lavori di riqualificazione all’aeroporto Fontarossa di Catania grazie all’approvazione da parte del Cipe del Contratto di Programma quadriennale (2012-2015) stipulato fra Enac e Sac.

La somma che dovrà investire Sac – che in questi anni ha avuto al suo fianco Mediobanca in qualità di advisor finanziario – ammonta a 90 milioni di euro.

I lavori cominceranno fra pochi mesi con la riqualificazione della pista in particolare il rifacimento della pavimentazione a cominciare dalle fondamenta che risalgono a circa 50 anni fa e sono inevitabilmente usurate. La riqualificazione della pista prevede il miglioramento dei piazzali e, soprattutto, la realizzazione delle strip laterali: accorgimenti tecnici che garantiscono maggiori condizioni di sicurezza nel caso in cui l’aeromobile andasse fuori pista.

In programma anche la riqualificazione della vecchia aerostazione Morandi e la realizzazione di nuovi parcheggi: il multipiano nell’area del terreno comunale dove oggi ha sede il campetto di calcio Fontanarossa e che da quasi un anno ospita, temporaneamente, una comunità di famiglie rom; e ancora la sopraelevazione del parcheggio P4.

Nel segno dell’innovazione tecnologica e dell’energia verde, l’ultimo dei progetti per Fontanarossa inserito del Contratto di Programma SAC e d Enac approvato dal Cipe, prevede la realizzazione di un grande parco fotovoltaico (28 mila metri quadrati, quasi 3 ettari) sulla copertura della sopraelevazione del parcheggio P4. L’obiettivo è quello di ridurre i consumi di energia da fonti tradizionali dell’aeroporto Fontanarossa, il più trafficato scalo della Sicilia e del Sud Italia, che potrà così soddisfare in autonomia, e grazie a una fonte naturale, una quota significativa del fabbisogno energetico necessario alla gestione dell’infrastruttura. In programma anche la copertura con pannelli solari dei magazzini merci della Sac e il rivestimento con pellicole fotovoltaiche della nuova aerostazione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento