Aeroporto, sciopero tassisti: incontro su Piano viabilità

I tassisti etnei durante l'incontro con l'amministrazione comunale hanno proposto la disponibilità di alcuni nuovi stalli in zona aeroportuale

I tassisti etnei, oggi in sciopero, hanno manifestato e, durante l'incontro con l'amministrazione comunale - avvenuto questa mattina in aeroporto -hanno proposto la disponibilità di alcuni nuovi stalli in zona aeroportuale, sia vicino alla nuova aerostazione sia davanti a quella dimessa, e il mantenimento dell’area di stoccaggio dei taxi nella zona adiacente al villaggio Santa Maria Goretti, area che era stata resa disponibile dal Comune recentemente ed approntata allo scopo.

L'incontro è avvenuto con l’assessore alle attività produttive Franz Cannizzo e il presidente della Sac Gaetano Mancini. Nel corso della riunione, i rappresentanti di categoria dei tassisti hanno preso atto che il nuovo Piano di Viabilità è in fase di completamento. I tassisti, consapevoli che il nuovo Piano sarà funzionale a impedire l’attività degli abusivi, hanno chiesto una serie di accorgimenti che SAC e il Comune si sono impegnati a valutare.

L’assessore Cannizzo, da parte sua, ha programmato di intensificare l’attività ispettiva dei vigili urbani che operano a Fontanarossa per scongiurare la presenza di tassisti abusivi. Con l’istituzione del nuovo Piano Viario, l’area di accumulo taxi – sinora posta accanto agli uffici SAC - è stata dislocata appena fuori il sedime aeroportuale, in un terreno appositamente concesso dal Comune alla SAC.

In aerostazione il nuovo Piano della Viabilità ha lasciato invariato al Terminal Arrivi il numero di stalli per i taxi, contrassegnati dalle linee gialle. In questa fase di transizione, inoltre, ne sono stati ricavati altri quattro nell’area prospiciente la vecchia aerostazione Morandi. La postazione prevista dal nuovo Piano della Viabilità è direttamente collegata con l’area di accumulo da dove, segnalata la partenza dell’ultimo taxi dal Terminal Arrivi, giungono in sequenza ordinata le nuove vetture che, incolonnandosi in aerostazione davanti agli arrivi, saranno immediatamente a disposizione dei passeggeri appena atterrati.

La SAC ha già provveduto a riqualificare l’area d’accumulo taxi con il ripristino del manto stradale e della segnaletica, con la creazione di un ricovero, l’installazione di bagni chimici e la sistemazione a verde delle aiuole. Una riunione fra Comune, SAC e Vigili Urbani, programmata in Municipio per i prossimi giorni, verificherà gli effetti di questo primo periodo sperimentale.
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento