Aias, 200 dipendenti senza stipendio: si chiede chiarezza

Lavoratori costretti ad operare senza la certezza di percepire gli stipendi: già due le mensilità di ritardo nel pagamento, con pesanti ripercussioni sul bilancio familiare. E' quanto denunciato dai sindacalisti

Lavoratori costretti ad operare senza la certezza di percepire gli stipendi: già due le mensilità di ritardo nel pagamento, con pesanti ripercussioni sul bilancio familiare. E' la descrizione fornita dai sindacalisti, in merito alla situazione «di estremo disagio cui sono costretti ad operare i 200 dipendenti dell’Aias–Csr (il Consorzio Siciliano di Riabilitazione).

I sindacati Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil di Catania, denunciano così ancora una volta il comportamento del presidente dell’Aias–Csr: "Non si capisce la posizione di netta chiusura da parte dell’ingegnere Lo Trovato nel non avviare corrette relazioni sindacali – si legge in una nota firmata dai tre segretari generali Agliozzo, Coco e Passarello- Pertanto, nel mantenere vivo lo stato di agitazione del personale, già proclamato dalle segreterie nazionali, chiediamo un intervento all'Aias, all'assessore regionale alla Salute e al direttore dell'Asp affinché si riesca a risolvere tali problematiche, riservandosi di procedere ad azioni legali individuali mirate alla garanzia del regolare pagamento delle spettanze arretrate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento