Appello dell'Isac di Caltagirone, a rischio ridimensionamento

Preoccupazione dei docenti dell'Istituto Statale d'Arte per la Ceramica "Luigi Sturzo" di Caltagirone, per le disposizioni legislative circa il ridimensionamento della rete scolastica

"Forte e motivata preoccupazione" quella espressa dai docenti dell'Istituto Statale d'Arte per la Ceramica "Luigi Sturzo" di Caltagirone, per la soluzione prefigurata dalle disposizioni legislative circa il ridimensionamento della rete scolastica, che penalizzano fortemente le istituzioni scolastiche con meno di 500 allievi.

"Secondo questa normativa - scrivono i docenti nella loro nota - l'Isac non avrà più diritto ad avere un dirigente titolare e conservare la personalità giuridica ma sarà diretto da un "reggente" proveniente da altra scuola che poco conosce la specificità scolastica".

"Nello specifico - scrivono ancora i docenti - l'Isac di Caltagirone rappresenta per il territorio del Calatino dal 1918, anno della sua fondazione ad opera di Luigi Sturzo, una fondamentale risorsa culturale e un luogo "del sapere e del saper fare" che in quasi un secolo di vita conferma la grande qualità dell'offerta formativa".

Forte preoccupazione inoltre viene espressa, per l'interruzione che i diversi progetti in essere avrebbero per la mancanza del dirigente titolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento