rotate-mobile
Economia

Agricoltura, workshop sulla Riforma europea del sistema delle indicazioni geografiche

Per discutere di un provvedimento decisivo per l’agricoltura del futuro, il consorzio di tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp ha invitato a Catania i maggiori esperti del settore

Mercoledì 16 novembre 2022 a partire dalle 9 a Palazzo Biscari, in via Museo Biscari, a Catania si terrà il workshop, "La riforma: rafforzare il ruolo dei consorzi come motore dello sviluppo e della sostenibilità dei territori". La riforma europea delle indicazioni geografiche tipiche è alle porte, si tratta di un progetto che riclassificherà 3.400 prodotti di qualità con un fatturato di 75 miliardi. Per discutere di un provvedimento decisivo per l’agricoltura del futuro, il consorzio di tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp ha invitato a Catania i maggiori esperti del settore. Al convegno – workshop, moderato da Stefano Zurlo, inviato de Il Giornale, prenderanno parte Cesare Baldrighi, presidente di OriGIn Italia, Leo Bertozzi, board di OriGIn EU, Roberta Cafiero Dirigente del Ministero delle Politiche Agricole e responsabile del programma qualità certificata e tutela delle indicazioni geografiche prodotti agricoli, Massimo Todaro, presidente dell’associazione dei Consorzi delle Denominazioni di Origine Siciliana - Dos Sicilia, Arianna Di Sanno, avvocato dello Studio De Tullio & Partners di Roma, Maria Chiara Zaganelli, Direttrice Generale Ismea, Anna Trettenero Imprenditrice Agricola Esperta in “Crediti di Carbonio” Dario Cartabellotta, Direttore Generale dell’Assessorato Agricoltura della Regione Siciliana, Luigi de Vecchi, Presidente e Fondatore Fondazione Sylva, Elisabetta Raparelli, Tecnico Ricerca Crea Agricoltura e Ambiente, Elena Eloisa Albertini Vice Presidente del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP e Gerardo Diana, Presidente del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia Igp.

"In vista della riforma europea del sistema delle Dop - Igp, pensiamo sia giusto rappresentare le esigenze e le aspettative del mondo delle produzioni italiani di qualità, un settore che nel nostro Paese muove 17 miliardi di cui quasi 10 vengono esportati sui mercati esteri", afferma il presidente Diana. "Il mondo delle produzioni di qualità Dop - Igp, crea lavoro, innovazione, economia di base e indotto e rispetta l’ambiente. Vogliamo raccontare tutto questo e portare il nostro contributo alla riforma in discussione a Bruxelles”, conclude Diana.

Il workshop di mercoledì 16 novembre sarà aperto dai saluti di benvenuto del vicepresidente del Consorzio Arancia Rossa di Sicilia Igp Salvatore Scrofani. A fare da sfondo al workshop sarà la storia, la valorizzazione e l’esperienza dell’Arancia Rossa di Sicilia Igp e dei suoi territori. Nelle sale del Palazzo Biscari infatti sarà visitabile la mostra “Pizzi, cromi e incarti del primo Novecento dell’Arancia Rossa di Sicilia", collezione del professore Antonio Catara. A conclusione del workshop, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole ed Alimentari, dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Catania e dell'Ordine dei Tecnologi Alimentari di Catania, sarà offerta una degustazione di piatti siciliani realizzati con prodotti all’Arancia Rossa di Sicilia, seguita da show cooking con una sezione dedicata all’impiego dell’Arancia Rossa di Sicilia per scoprire gli aspetti più? nascosti del gusto, sull’onda della tradizione siciliana. L’appuntamento è finanziato dalla Regione Siciliana Assessorato Agricoltura nell’ambito del progetto Citricus ed è aperto al pubblico e agli operatori dei media.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, workshop sulla Riforma europea del sistema delle indicazioni geografiche

CataniaToday è in caricamento