Cresce il numero delle aziende agricole avviate dai giovani

Nel solo mese di dicembre circa mille giovani hanno avviato per la prima volta un'azienda agricola

La Sicilia figura al primo posto tra le regioni italiane per numero di imprese agricole condotte da giovani. Sono ben 6.673, come certifica un'analisi di Coldiretti nazionale relativa al terzo trimestre 2019. “Possiamo ritenerci soddisfatti - afferma l'assessore dell'Agricoltura Edy Bandiera - perchè cominciano a concretizzarsi, in maniera particolarmente evidente, gli effetti del lavoro che il Governo Musumeci ha svolto in questi due anni”. Grazie alle iniziative messe in campo dall'esecutivo regionale, nel solo mese di dicembre circa mille giovani hanno avviato per la prima volta un'azienda agricola mentre altri 700 si potranno insediare nelle prossime settimane.

“Assieme al dato Svimez, che ci dice che nella nostra Isola l'occupazione in agricoltura e' cresciuta del 5,9 per cento, - prosegue Bandiera - il dato sugli under 35 conferma che la Sicilia è una regione che, sempre di più, afferma un modello di sviluppo che ha tra i propri pilastri questo settore. Un settore che continua ad avere enormi potenzialità nonostante una crisi ereditata che è strutturale e pluridecennale”. L'assessore sottolinea come da sempre il Governo Musumeci sia “al fianco dei giovani e delle aziende siciliane che continueremo a tutelare e sostenere, sia attraverso azioni di controllo sulle produzioni agricole e agroalimentari in ingresso nell'Isola, sia attraverso risorse liberate da destinare agli investimenti per creare innovazione e, con essa, la possibilità di raccogliere e vincere le sfide che il mercato globale ci sottopone. Siamo, in termini di superficie coltivata, la regione più biologica d’Italia, fattore questo che ci induce a lavorare sempre di più anche sui marchi di qualità affinchè il consumatore sia ben disposto a pagare un prezzo più alto per le nostre produzioni, riconoscendone il valore. Ed è così che l’attività agricola diventa davvero remunerativa, sostenibile e vantaggiosa economicamente”.

“In questi due anni - conclude Bandiera - abbiamo avviato una importante inversione di tendenza su diversi fronti e in vari comparti dell’agricoltura siciliana ma sappiamo che c’è ancora tanto da fare e, per questo, proseguiremo con la stessa energia, la stessa passione e lo stesso impegno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento