Aumenti Imu e Irpef: i più colpiti sono i pensionati catanesi

Aumenti dell'Imu per la prima casa di circa 150-190 euro, Irpef che peserà dai 20 ai 35 euro al mese. Si profila un periodo pesantissimo per i pensionati catanesi. La questione è stata affrontata dall'esecutivo provinciale Fnp

Aumenti dell'Imu per la prima casa di circa 150-190 euro, Irpef che peserà dai 20 ai 35 euro al mese. Si profila un periodo pesantissimo per i pensionati catanesi a causa degli interventi del governo nazionale e delle misure regionali e delle amministrazioni comunali.

La questione è stata affrontata dall'esecutivo provinciale della Fnp, i pensionati della Cisl, alla presenza del segretario Marco Lombardo, di Alfio Giulio, e Giacomo Rogazione, rispettivamente segretario generale e responsabile dei servizi della Cisl etneica è stata affa.

"Il 60 per cento dei pensionati - sottolinea Lombardo - è titolare di basse pensioni e l'effetto del peso fiscale e dei vari provvedimenti diventa allarmante. Anche perché, le minori risorse destinate ai comuni mettono a rischio i servizi sociali indirizzati alle fasce più deboli, compresi pensionati al minimo e anziani soli".

"La Fnp, assieme alle federazioni dei pensionati degli altri sindcaati - aggiunge Lombardo - è impegnato localmente nella contrattazione sociale con le amministrazioni dei territori per tentare di lenire i disagi e le difficoltà quotidiane che le fasce più deboli devono sopportare. La contrattazione territoriale è l'unico strumento che abbiamo e vorremmo che la risposta da parte delle amministrazioni comunali fosse molto più ampia. Purtroppo, c'è chi ha risposto accettando il confronto e arrivando a dei risultati concreti, ma c'è anche chi a tale confronto si sta ancora sottraendo".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento