Bandi: assegnati 2,4 milioni di euro per il rifacimento delle strade cittadine

L'anas ha pubblicato l'assegnazione dei 4 bandi di gara relativi ad interventi di pavimentazione lungo tutte le strade della Sicilia orientale compresa la zona del catanese

Bandi di gara

L’Anas ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale gli esiti di quattro bandi di gara relativi ad interventi di pavimentazione, in tratti saltuari, lungo tutte le strade della Sicilia orientale.

Gli interventi comporteranno un investimento complessivo di quasi 2 milioni e 400 mila euro. La prima gara interesserà le strade statali ricadenti nelle province di Catania, Enna, Siracusa e Caltanissetta, per un importo di oltre 600 mila euro.

Ecco le statali interessate: la 192 “Della Valle del Dittaino”, la 284 “Occidentale Etnea”, la 288 “Di Aidone”, la 385 “Di Palagonia”, la 417 “Di Caltagirone”, la 575 “Di Troina”, la 121 “Catanese”, da Catania fino al bivio con la statale 117, la 117 bis “Centrale Sicula” dal km 73,240 al km 91,830 e la 124 “Siracusana”, lungo i primi 33 km.

Aggiudicataria è l’impresa L.P. Costruzioni di Leone Vincenzo & C. S.A.S., con sede a Modica, e che dovrà portare a termine i lavori in 200 giorni naturali e consecutivi dalla data di consegna.

La seconda gara, per un importo di quasi 600 mila euro, interesserà le province di Messina e Catania e il tempo per l’esecuzione delle opere è 120 giorni dalla data di consegna.

L’appalto, vinto da Eurostrade s.r.l. con sede a Borgetto, riguarda le strade statali del Messinese 116 “Randazzo-Capo d’Orlando”, 185 “Di Sella Mandrazzi”, 289 “Di Cesaro’”, 114 “Orientale Sicula”, dal km 8,300 al km 54,400, 113 “Settentrionale Sicula”, dal km 5,175 al km 125,000, e la relativa diramazione costiera da Messina a Villafranca Tirrena.

Rientra nel bando anche la statale 120 “Dell’Etna e delle Madonie”, nel tratto ricadente in provincia di Catania, dal km 156,500 al km 215,627. La terza gara è relativa alle statali ricadenti nelle province di Catania, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa 194 “Ragusana” e il tratto a scorrimento veloce “Modica-Pozzallo”, 287 “Di Noto”, 514 “Di Chiaramonte”, 683 “Licodia-Eubea-Libertinia”, 115 “Sud Occidentale Sicula”, dal km 267,550 al km 407,980, e il tratto a scorrimento veloce “Ragusa-Modica”, 124 “Siracusana”, dal km 33,120 al km 106,650 e dal km 110,400 al km 118,000.

I lavori, del valore di 700 mila euro e da completare in 210 giorni, sono stati aggiudicati alla L.P. Costruzioni. La quarta gara, da 500 mila euro, interesserà le province di Catania e Siracusa e le le strade NSA 339 “Catania – Siracusa”, il raccordo autostradale 15 “Tangenziale Ovest di Catania” e la A18/dir “diramazione di Catania”. Aggiudicataria la S.I.C.E.F. s.r.l. di San Cataldo (Caltanissetta).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento