Bando Inail: incentivi alle imprese che investono sulla sicurezza

Sedici milioni di euro è il budget regionale assegnato alle imprese che realizzano investimenti finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza sui luoghi di lavoro

Incentivi alle imprese che realizzano investimenti finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza sui luoghi di lavoro. Sedici milioni di euro dei 205 complessivi è il budget regionale assegnato alla Sicilia dal bando “Isi Inail 2011”, presentato nella sede di Confindustria Catania dai vertici dell’Istituto.

L’incentivo consiste in un contributo in conto capitale pari al 50 per cento delle spese sostenute per i progetti, e varia da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non vi è invece alcun tetto minimo di spesa. “La questione sicurezza - ha spiegato il presidente di Confindustria Catania, Domenico Bonaccorsi di Reburdonerimane un tema centrale per lo sviluppo. Nel nostro territorio continua a persistere una situazione allarmante rispetto alla quale non possiamo abbassare la guardia”.

Dall’ultimo rapporto Inail 2010 emerge in Sicilia un andamento complessivo degli infortuni sostanzialmente stabile, con 34.285 casi denunciati, in sensibile diminuzione rispetto al 2009 (34.323).

Ma realtà come Catania, purtroppo in controtendenza, fanno registrare un alto tasso di incidenti mortali concentrati soprattutto nel settore edile e agricolo (19 nel 2011) .

Il nostro obiettivo, quando si parla di incidenti sul lavoro, è ovviamente la cifra zero - prosegue Bonaccorsi Oggi abbiamo più strumenti che ci consentono di lottare contro la piaga degli infortuni e vogliamo che le imprese ne facciano buon uso. Il rispetto delle norme sulla sicurezza non e’ solo un importante obbligo di legge, ma la nostra arma principale per tutelare la salute dei lavoratori, bene primario da preservare sopra ogni cosa”.

L’ Inail quest’anno ha messo in campo un impegno consistente - ha rilevato il direttore della sede provinciale dell’Istituto, Giulia Divino - aumentando le risorse a disposizione delle imprese: si è passati dai 60 milioni di euro del 2010 ai 205 del 2011. La Sicilia potrà contare su una dotazione di 16 milioni di euro contro i 4 dell’anno scorso”.

Il che significa investimenti in sicurezza sul territorio pari ad almeno il doppio della cifra stanziata. “Poter contare sull’aiuto delle associazioni di categoria è cruciale - ha osservato il presidente del Comitato consultivo dell’Inail, Giuseppe Rizzo- La loro opera di sensibilizzazione e di sostegno va indirizzata soprattutto alle imprese di minori dimensioni, meno strutturate e spesso impreparate ad accedere ai finanziamenti messi a disposizione dell’Istituto. Le risorse dell’ Inail sono indirizzate non solo all’adeguamento alle norme di sicurezza previste da obblighi di legge, ma in generale al miglioramento delle condizioni di lavoro”.

A spiegare i dettagli per l’accesso al bando “Isi Inail 2011”, realizzato in attuazione dell’art.11 del decreto legislativo 81/2008 sono intervenuti i tecnici dell’Istituto Rosa Scialabba, Carmelo Gargano e Genoveffa Giaquinta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le imprese hanno tempo fino al 7 marzo 2012 per inoltrare la domanda di partecipazione, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione nel sito web dell'Inail.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento