Braccianti agricoli, soluzioni positive durante il vertice romano all'Inps

I braccianti agricoli durante il vertice romano all'Inps hanno ottenuto che le liquidazioni verranno erogate entro l'8 agosto e il 30 settembre

La protesta delle partite Iva dei braccianti agricoli, sta interessando tutta la Sicilia. Dopo la manifestazione della scorsa settimana anche davanti la cattedrale di Avola, i braccianti agricoli durante il vertice romano all'Inps hanno ottenuto qualche promessa positiva.

Un po' di sollievo, quindi, per oltre 4mila agricoltori, la cui liquidazione della disoccupazione agricola era stata bloccata dall'Inps. Le soluzioni trovate a Roma riguardano i braccianti agricoli titolari di Partita Iva inattiva nel 2010 e quanti risultano iscritti negli elenchi anagrafici come piccoli coltivatori diretti, nonostante siano titolari di Partita Iva. Le liquidazioni per queste due categorie di braccianti, saranno erogate entro il prossimo 8 agosto.

Per gli altri braccianti agricoli titolari di Partita Iva, l'Inps ha deciso di effettuare dei controlli: se i controlli( accertamenti catastali e autocertificazioni) avranno esito positivo, verrà erogata loro la disoccupazione agricola entro il 30 settembre.

A seguito delle soluzioni parziali raggiunte a Roma, il Movimento Braccianti e Forestali ha deciso di sospendere le manifestazioni di protesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento