Caltagirone: in arrivo quasi 5 milioni di euro per altri 19 alloggi a canone sostenibile

Essendo l'iter dei finanziamenti in dirittura d'arrivo, la gara d'appalto - secondo quanto si sottolinea da Palazzo dell'Aquila - potrà essere indetta in tempi brevi

In arrivo a Caltagirone oltre 4 milioni di euro dalla Regione, a cui se ne aggiungeranno 600 mila di cofinanziamento comunale, a sostegno dell'edilizia sociale. Il Comune di Caltagirone ha presentato il progetto definitivo che schiude la strada alla firma del decreto definitivo di finanziamento con cui l'assessorato regionale Infrastrutture e Mobilità assegnerà al Comune la somma di 4 milioni 26 mila euro destinati dallo stesso Comune  alla riqualificazione urbana e alla realizzazione, nel quartiere Madonna del Ponte, di 19 alloggi a canone sostenibile, come previsto dal “social housing”. Essendo l'iter in dirittura d'arrivo, la gara d'appalto – secondo quanto si sottolinea da Palazzo dell'Aquila – potrà essere indetta in tempi brevi.

Il “social housing” è lo strumento con cui si va incontro alla domanda di alloggi di chi non ha una casa e paga con sempre maggiori difficoltà un canone d’affitto (o una rata di mutuo). E' una fascia di persone sempre più ampia che, pur non avendo i requisiti per vedersi assegnato un alloggio popo-lare, non possono però permettersi di pagare un canone d'affitto a prezzi di mercato. In questa “area grigia” si trovano famiglie monoreddito, lavoratori precari, famiglie monogenitoriali, giovani e an-ziani. Entro quattro mesi il Comune predisporrà il progetto definitivo, per poi indire la gara sol si-stema dell'appalto integrato.

I 19 alloggi a canone sostenibile che saranno così costruiti si aggiungono agli altri, consistenti in-terventi in programma. Caltagirone è, infatti, uno dei 15 Comuni siciliani (il primo in graduatoria e l'unico in provincia di Catania) in cui saranno realizzati alloggi a canone sostenibile nell'ambito del piano per il sostegno dell'edilizia sociale. Nell'Isola saranno recuperati circa 600 alloggi, 53 dei quali a Caltagirone (tutti nel centro storico): 20 a mercato libero e 33 con il “social housing” (edilizia sociale). A Caltagirone le risorse “liberate” consentiranno investimenti per oltre 16 milioni di euro, che serviranno pure alla costruzione della nuova sede del Commissariato della Polizia di Stato e del Distaccamento della Polstrada (sede adeguata ai più recenti standard del ministero dell'Interno e capace di assecondare l'auspicato potenziamento di uomini e mezzi), in località Cappuccini, in un terreno a fianco della “Via di fuga”. I lavori, a costo zero per il Comune, dureranno un anno e mezzo.

Secondo il sindaco Francesco Pignataro “questo ulteriore, cospicuo finanziamento, con la relativa gara d'appalto, premia la capacità di progettazione e di intercettazione di risorse esterne da parte del nostro Comune e ci permette di centrare un doppio, rilevante obiettivo: dare risposta alla domanda di abitazioni a canone sostenibile (andando così incontro a una fascia crescente di cittadini) e riqualificare ulteriormente il centro storico”.

A sottolineare “l'importanza delle opere e le ricadute positive che esse potranno avere anche da un punto di vista occupazionale, aggiungendosi alle altre in cantiere”, è pure l'assessore all'Urbanistica, Domenico Palazzo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento