Allarme sfratti, in aumento le famiglie senza una casa

L'affitto e il mutuo rappresentano una voce consistente nei bilanci dei catanesi e in città arrivano ad assorbire fino al 40% del reddito familiare

Aumentano in città le famiglie bisognose che non riescono a pagare l’affitto e rischiano di finire per strada. Catania è infatti al quarto posto in Italia per numero di sfratti.

La Caritas Diocesana etnea ha diffuso i dati raccolti durante il progetto “Vite in salita”: nell’ottobre scorso su 1.000 persone ascoltate il 22 % ha segnalato difficoltà abitative, ma a distanza di due mesi si è passati al 30%.

Le famiglie catanesi non riescono più a pagare l’affitto o si vedono pignorare la casa dalle banche perché impossibilitate a onorare il mutuo. Le cause degli sfratti sono determinate soprattutto dalla perdita o diminuzione del reddito collegato inevitabilmente alla crisi occupazionale. Nel capoluogo etneo, nel 2012 sono stati emessi 1.004 sfratti (559 nel capoluogo e 308 in provincia), 867 dei quali per morosità. Le richieste di esecuzione sono state 2.559, 961. La Caritas segnala che nel capoluogo gli sfratti sono in aumento e che sono 12.000 le domande giacenti per un alloggio popolare.

Secondo i dati raccolti circa il 65% cento delle famiglie vive a Catania in una casa di proprietà, il 25% in un’abitazione presa in affitto, in alloggi di fortuna, in comodato o in case non dichiarate.  Inoltre, l’affitto e la casa rappresentano una voce consistente nei bilanci delle famiglie, e a Catania giungono ad assorbire fino il 40% del reddito familiare.

"L’allarmante fenomeno non si limita ai migranti, in molti casi si tratta di catanesi – spiega la Caritas diocesana - ecco perché il nostro Natale quest’anno sarà un “Natale Sfrattato”, un tempo di avvento che vogliamo condividere con tutti coloro che si trovano nella condizione di essere stati sfrattati da casa, nuovi esuli del mondo. Abbiamo voluto condividere con la città le difficoltà di chi perde la casa in questi tempi con un presepe sul tema dello sfratto realizzato dagli studenti dell’Istituto d’Arte di Catania".

I ragazzi dell’Istituto d’arte hanno infatti realizzato un murale che raffigura un presepe con tanto di bambinello dentro un’auto. Un modo per sensibilizzare la cittadinanza sul tema scottante dei senza tetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento