Economia Playa

Case "fantasma": 1500 immobili sconosciuti al catasto e al fisco

Gli Uffici del catasto urbano e le riprese aeree, verificate con le mappe catastali, hanno rilevato oltre 2.000 incongruenze tra quanto emergeva dai documenti e quanto esisteva realmente

Il fenomeno delle “Case fantasma”- immobili completamente sconosciuti al catasto e al fisco - ritorna all’attenzione del Comune di Catania e non solo. Gli Uffici del catasto urbano e le riprese aeree, verificate con le mappe catastali, hanno rilevato oltre 2.000 incongruenze tra quanto emergeva dai documenti e quanto esisteva realmente. 

Da un primo esame, sarebbero circa 1500 le case scoperte. L’operazione che sarà eseguita prevede, in una prima fase, l’invio dei dati all’Agenzia del territorio nazionale, che definiranno la categoria e la rendita degli immobili. Successivamente, i dati saranno trasmessi agli uffici comunali che stabiliranno e applicheranno le sanzioni e le aliquote ICI (solo se si tratta di "seconde" case).  Gli uffici dell’assessorato al bilancio chiariranno quanto imponibile spetterà al Comune e delineeranno su quante entrate - circa mezzo milione di euro - potrà contare lo stesso. Cifra vista naturalmente di buon occhio dall’entità amministrativa, colpita dai tagli Stato-Regione del 2011 che hanno superato i 20 milioni.

Inquadrato anche il piano di dimissioni comunali per recuperare risorse, far fronte ai servizi e pensare agli investimenti. Già da venerdì, sarà aperta la gara a base d’asta per gli edifici comunali non redditizi all’assessorato Patrimonio, con la Scuola edile che si è subito mostrata interessata all’edificio della Playa nella quale alloggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case "fantasma": 1500 immobili sconosciuti al catasto e al fisco

CataniaToday è in caricamento