Cassa integrazione Catania: rapporto Uil febbraio 2012

Il numero di ore di cassa integrazione a Catania e in provincia è notevolmente aumentato, lo dimostra il rapporto Uil sull'ammortizzatore sociale maggiormente utilizzato dalle aziende italiane

Aumenta in Italia e in particolare a Catania l’utilizzo della cassa integrazione da parte delle aziende. Come ben sappiamo lo scopo di questo ammortizzatore sociale è andare incontro alle società che si trovano in momentanea difficoltà, sgravandole in parte dai costi della manodopera temporaneamente non utilizzata.

I dati presentati dalla UIL, Unione Italiana del Lavoro, sull’andamento della cassa integrazione in Italia e sulle singole province è allarmante.

Il recente rapporto, infatti, dimostra che nella provincia di Catania, a distanza di un solo mese (gennaio 2012 - febbraio 2011) le ore di cassa integrazione sono notevolmente aumentate. Se all’inizio dell’anno si registrava un totale di 171.149 ore, a febbraio 2012 si è passati a 805.157 ore di cassa integrazione.

Il triste dato delle ore di cassa integrazione richieste, nel mese di febbraio, dalle aziende è la dimostrazione che a Catania e in Italia ,al momento, non vi è alcuna crescita economica ma che al contrario il periodo buio per il nostro paese continua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L' aumento delle ore, sempre secondo i dati UIL,  hanno investito sia la Cassa Ordinaria (+23,9 %), utilizzata per crisi “temporanee”, sia la Straordinaria (+20,4%), richiesta per crisi “piu’ profonde” che la Cassa in Deroga (+134%) che sostiene in gran parte le piccole e medie imprese nelle fasi di difficoltà.

Inoltre, secondo l' Unione Italiana del Lavoro non c’e’ settore produttivo (+ 160,4% nel commercio, + 80,3% nell’artigianato, + 41,3% nell’edilizia, + 32,3% nell’industria) o area geografica (+90,8% al centro, +60,4% nel mezzogiorno, + 35,4% nel Nord) che si salvi dal periodo di crisi globale che stiamo affrontando.

Sempre a Catania i dati della UIL per settore economico dimostrano che lo spicchio produttivo che ha maggiormente risentito della crisi è quello industriale con 709.126 di ore di cassa integrazione, rispetto alle 32.444 dell’edilizia e alle 63.587 del commercio.




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento