Chiusura Fontanarossa, Torrisi: “Con Sigonella risparmiati 2,5 milioni di euro”

I passeggeri hanno potuto usufruire dello scalo militare risparmiando così 25 euro necessari per raggiungere, con due autobus e oltre 4 ore di viaggio, lo scalo di Palermo Falcone-Borsellino

Procedono speditamente e sono in fase avanzata nell’Aeroporto di Catania Fontanarossa i lavori straordinari di riqualificazione dell’Air Side che hanno comportato la chiusura della pista e lo spostamento -dal 5 novembre al 5 dicembre - del traffico sulla base militare di Sigonella.

PIANO SIGONELLA - Superata la prima settimana di trasloco nella base militare e le sue inevitabili criticità – fra cui il picco di oltre 10mila passeggeri nella prima giornata, il 5 novembre, con il personale diviso fra i due scali – il sistema ha trovato un suo equilibrio e ha consentito di recuperare, in particolar modo, sui tempi di attesa ai check-in e sui tempi di riconsegna dei bagagli: media d’attesa 15’ (nel 90% dei casi), fino a un massimo di 30’.

Sul fronte del traffico passeggeri, i dati aggiornati a domenica 18 novembre, registrano un transito di 104.529 utenti in arrivo e in partenza da Fontanarossa/Sigonella con un transito giornaliero medio di oltre 7 mila persone dalla base militare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ognuno di questi passeggeri – dichiara Nico Torrisi, amministratore delegato della Sac – ha potuto usufruire di Sigonella come scalo alternativo a Fontanarossa risparmiando i 25 euro necessari per raggiungere, con due autobus e oltre 4 ore di viaggio, lo scalo di Palermo Falcone-Borsellino. Se ne deduce che il risparmio per la collettività in questi primi quindici giorni ammonta a circa 2,5 milioni di euro. Non credo sia poco, di questi tempi, con la crisi economica che investe molte famiglie e la conseguente contrazione della spesa in molti settori. Un costo sociale di cui si è fatta carico SAC per evitare che la chiusura totale di Fontanarossa incidesse sul budget delle famiglie e delle imprese”.

RIAPRE SALA VIP A FONTANAROSSA - Torna a essere aperta la Sala Vip della SAC, posta alle partenze, in area sterile, ovvero superati i varchi di sicurezza. Oggetto di lavori straordinari di manutenzione, la Sala Vip è stata chiusa in questi primi 15 giorni del Piano Sigonella approfittando della temporanea assenza dei suoi principali clienti, i frequent-flyers di Lufthansa e British Airways, compagnie che hanno rinunciato ad aderire al Piano Sigonella e che ovviamente torneranno regolarmente a volare da/per Catania Fontanarossa dal 6 dicembre, quando lo scalo riprenderà la sua consueta operatività.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al viale Mediterraneo, a perdere la vita un motociclista di 39 anni

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Incidente lungo il viale Mediterraneo: perde la vita un motociclista

  • Operazione "Malupassu", gli imprenditori denunciano e i boss finiscono in manette

  • Spaccio di cocaina, in manette vigile urbano che girava in "Porsche"

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

Torna su
CataniaToday è in caricamento