Economia

Codacons: contro evasione fiscale, "Lo scontrino, prego!"

Il Codacons lancia la campagna "Lo scontrino, prego!". L'obiettivo è semplice: sensibilizzare i cittadini circa l'importanza del rilascio dello scontrino fiscale da parte degli esercenti

Periodo di sconti e aumentano le bufale. Arriva in soccorso il Codacons con la campagna contro l'evasione fiscale "Lo scontrino, prego!". L'obiettivo è semplice: sensibilizzare i cittadini circa l'importanza del rilascio dello scontrino fiscale da parte degli esercenti, quando si effettua un acquisto o si paga una prestazione di servizio di qualunque genere.

All'associazione i consumatori denunciano casi di evasione fiscale da parte di esercenti, che fingono di rilasciare scontrino emettendone in realtà uno non fiscale. "Dalle segnalazioni - afferma il Codacons - sembra prassi diffusa in alcuni ristoranti siciliani, che emetterebbero ricevuta fiscale solo su richiesta dei consumatori, arrivando così a contare a fine serata pochissimi scontrini fiscali nonostante il grande afflusso di clienti".

"Non è bello generalizzare - dice il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi - e sappiamo bene che la maggior parte dei commercianti lavorano con onestà e puntualità. Ma è proprio a tutela di chi lavora in modo corretto e delle famiglie a cui vengono richiesti enormi sacrifici attraverso nuove tasse e rincari a non finire che lanciamo la campagna per l'emissione dello scontrino fiscale e chiediamo alle autorità competenti di affettuare controlli nei locali segnalati dai consumatori".


"E' giusto - ha concluso Tanasi - che tutti contribuiscano allo stesso modo a risollevare le sorti del Paese. Per questo è importante che i cittadini, quando effettuano un acquisto, pretendano con assoluta fermezza l'emissione dello scontrino fiscale da parte del venditore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Codacons: contro evasione fiscale, "Lo scontrino, prego!"

CataniaToday è in caricamento