Settimana cruciale per il Comune, si decide sul dissesto finanziario

L'attuale sindaco, Stancanelli ha a disposizione sette giorni per l'approvazione, che dovrà essere deliberata entro e non oltre il prossimo 3 febbraio. Sono nove le delibere da approvare

Settimana cruciale per l'amministrazione comunale di Catania. Si deciderà, infatti, sul dissesto finanziario o meno della città. E', quindi, importante la votazione del Piano di Rientro decennale proposto dalla Ragioneria Generale per rientrare nei quadri della procedura di equilibrio finanziario.

L'attuale sindaco, Stancanelli ha a disposizione sette giorni per l'approvazione, che dovrà essere deliberata entro e non oltre il prossimo 3 febbraio. Il Consiglio Comunale sarà così convocatro ogni sera, a partire dalle 18.00 con un fitto ordine del giorno, dal momento che in discussione, oltre al Piano di Rientro, vi è la Riduzione della Municipalità e il nuovo regolamento sul decentramento. Se approvate, le delibere potrebbero portare nelle casse di Palazzo degli Elefanti un risparmio di circa un milione e mezzo di euro all'anno.

Sono nove le delibere da approvare: 33 "Azioni" di tagli alle spese finalizzate al risparmio, comprese quelle sulla riduzione dei costi della politica, riduzione a una sola unità degli esperti e dello staff del sindaco dei tre attualmente previsti, taglio dei fitti passivi con un piano organico di riutilizzo dei beni patrimoniali, riduzione dell’indebitamento passivo, e la prosecuzione del progetto di lotta all’evasione che ha già portato decine di milioni alle casse comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma è anche guerra dei sindacati. La UIL Catania denuncia l'indebitamento di circa 540 milioni di euro per i prossimi 10 anni, e sottolinea il rischio di commissariamento del Comune da parte della Corte dei Conti. Così anche la Cisl Catania, che invita l'Amministrazione a rivedere i termini del progetto, in particolare circala riduzione dei tributi locali. La Cgil da parte sua esprime timori per le categorie più deboili e tutto il tessuto economico della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento