Università, Modica pagherà: 4milioni e si chiude la vicenda

E' stata sottoscritta nella sede del Rettorato dell'Università degli Studi, dal Sindaco di Modica e dal Pro-Rettore Carnazza la transazione sul credito che l'Ateneo vanta nei confronti del Comune di Modica

E' stata sottoscritta a Catania, nella sede del Rettorato dell’Università degli Studi, dal Sindaco di Modica Antonello Buscema e dal Pro-Rettore Prof.ssa Maria Luisa Carnazza la transazione sul credito che l’Ateneo vanta nei confronti del Comune di Modica.

L’atto di transazione,  presenti il dirigente Giovanni Pluchino, l’avv. Salvatore Poidomani e il direttore amministrativo dell’Università,  Maggio, pone fine ad un lungo contenzioso legale tra le parti.

Il debito dell’ordine di nove milioni di euro circa è stato ridotto, grazie all’accordo transattivo, a quattro milioni di euro che verrà liquidato in trance: la prima  di 750.000,00 euro all’atto della firma e le altre rateizzate in altre sei rate sino al 30 giugno del 2014.

“Poniamo fine ad una questione legale con l’Università di Catania in modo più che accettabile-commenta il Sindaco - avendo ridotto, grazie alla transazione e alla fiducia che riscuotiamo presso l’Ateneo, di quasi cinque milioni di euro il debito di cui abbiamo già onorato, alla stipula della firma, una prima trance.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento