rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
publisher partner

Le scuole della provincia coinvolte nella lotta al caporalato in Sicilia

Musica e storie di migranti al Teatro Ambasciatori nell'ambito del programma Su.Pr.Eme. Italia, per il contrasto allo sfruttamento sul lavoro

CATANIA - Ha riscosso grande successo l’evento di presentazione della campagna di comunicazione Diritti negli occhi, rivolta alla sensibilizzazione delle scuole sul tema dei migranti e del caporalato. Sono stati più di trecento i ragazzi della provincia ad aver partecipato attivamente all'iniziativa tenuta il 20 aprile presso il Teatro Ambasciatori. 

“Coinvolgere i giovani è il passo fondamentale per intraprendere un percorso di cambiamento capace di dare continuità alle azioni che stiamo mettendo in atto con il progetto Su.Pr.Eme. - afferma l’assessore regionale Antonio Scavone - L’Ufficio Speciale Immigrazione, grazie al sostegno del nostro assessorato, ha saputo realizzare con ottimi risultati le attività di prevenzione e contrasto al caporalato in agricoltura, promuovendo servizi di assistenza alloggiativa, salute e mobilità. - Conclude - Getteremo le basi per rendere duraturi i risultati delle azioni emergenziali, coinvolgendo le istituzioni, le associazioni, i cittadini, e i giovani in primis.”

Il programma contro lo sfruttamento sul lavoro

Diritti negli occhi è il leitmotiv della campagna di comunicazione del progetto Su.Pr.Eme. Italia (Sud Protagonista nel superamento delle Emergenze in ambito di grave sfruttamento e di gravi marginalità degli stranieri regolarmente presenti nelle cinque regioni meno sviluppate), che mira al coinvolgimento della società civile nel processo di emersione e contrasto del caporalato nel territorio siciliano.

Il programma è finanziato dai fondi Amif - Emergency funds della Commissione Europea - DG Migration and Home Affairs. Il partenariato è guidato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale Immigrazione (Lead partner) coadiuvato dalla Regione Puglia (Coordinating Partner) insieme alle Regioni Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia e l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni e Nova consorzio Nazionale.

Vincenzo Tusa e Giusto Correnti-2

L'evento: tra iniziative, musica e racconti

Durante l'occasione sono state presentate le azioni attuate per la tutela dei lavoratori previste nell’ambito di Su.Pr.Eme. Italia, attraverso interviste e video che raccontano le attività svolte sui territori. 

Come è emerso, la Regione Siciliana ha già avviato azioni di prevenzione e lotta alle ingiustizie, inserite nell’ambito del Piano Triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato, approvato in seno allo specifico Tavolo Caporalato promosso dalla Direzione Generale Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Ad intervenire: Antonio Scavone (assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro), Maria Carmela Librizzi (Prefetto di Catania), Tatiana Esposito (DG Immigrazione, Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali), Roberto Venneri (segretario generale della Presidenza, Regione Puglia), Barbara Mirabella (assessore alla Pubblica Istruzione, Attività e Beni Culturali, Pari Opportunità e Grandi Eventi), Michela Bongiorno (dirigente Ufficio speciale Immigrazione, Regione Siciliana), Gianpietro Losapio (direttore Consorzio Nova).

Ad accompagnare l'evento, il concerto del duo composto da Vincenzo Tusa e Giusto Correnti (nella foto in alto), e lo spettacolo dedicato alle storie dei migranti di Salvo Piparo. Hanno apprezzato con soddisfazione i referenti del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e quelli della Commissione europea, in collegamento online da Bruxelles. 

Workshop sul tema dell'immigrazione

Nel pomeriggio - presso la sala conferenze del Palazzo della Regione - l’assessore Antonio Scavone ha presieduto un workshop aperto alle istituzioni pubbliche, alle rappresentanze sindacali e del terzo settore, finalizzato a stimolare il dialogo e il confronto fra gli attori principali delle politiche migratorie. L'iniziativa è stata svolta in vista del nuovo ciclo di programmazione comunitaria. 

Tra le tematiche trattatate: l’immigrazione, le azioni dell’Ufficio Speciale Immigrazione sul territorio regionale nell’ambito di Su.Pr.Eme. e P.I.U. Su.pr.Eme., l’attuazione della legge regionale per l’accoglienza e l’inclusione, l’avvio del progetto Et labora - finalizzato alla realizzazione dei servizi digitali dedicati ai centri per l’impiego - e i progetti Prisma e Com.In 4. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CataniaToday è in caricamento