Corte Conti approva Piano riequilibrio Catania: soddisfazione di Bianco

Il sindaco ha guidato personalmente la delegazione formata dall’assessore al Bilancio Giuseppe Girlando e dai tecnici comunali che ha partecipato all’udienza svoltasi oggi a Palermo nella sede della magistratura contabile

“Profonda soddisfazione” è stata espressa dal sindaco di Catania Enzo Bianco per l’approvazione del Piano di riequilibrio decennale del Comune di Catania da parte della Sezione di Controllo della Corte dei conti per la regione Siciliana, riunitasi stamattina a Palermo nella sede di via Notarbartolo. La decisione è stata presa dopo un’udienza nel corso della quale i magistrati contabili hanno ritenuto soddisfacenti i chiarimenti forniti dal Comune di Catania.

Il sindaco ha guidato personalmente la delegazione formata dall’assessore al Bilancio Giuseppe Girlando e dai tecnici: l’ex ragionere generale Santonocito, i revisori dei conti Natale Strano, Fabio Sciuto e Carlo Cittadino, e Massimo Rosso, già revisore del Comune.

“Il cammino che ci aspetta adesso – ha commentato Bianco - è difficile e delicato, ma intanto è stato evitato quel dissesto che avrebbe condannato la città. Ci sono ovviamente conseguenze pesanti per i Catanesi, ma contiamo di uscire presto dalle secche di questa situazione anche chiedendo l’attenzione del governo regionale e nazionale. In particolare cercheremo di porre rimedio alle scelte dolorose sul piano del welfare che abbiamo ereditato dalla passata amministrazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il piano è stato redatto ai sensi dell'art. 243 bis e seguenti del Testo unico degli Enti locali, che consente ai Comuni in condizioni di squilibrio strutturale del Bilancio di attivare una procedura che punta al riequilibrio attraverso contenimento della spesa e ottimizzazione delle entrate. In questo caso lo Stato prevede, come premialità, un prestito a tasso zero che, nel caso di Catania, si aggirerebbe intorno ai 71 milioni di euro. Di questi, 17 sono già stati anticipati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento