Crisi economica: in aumento gli ammortizzatori sociali nel catanese

Uno scenario che mette i brividi e che ha spinto la Cisl a riunire il suo esecutivo per discutere della spending review, di elezioni e soprattutto per trovare una soluzione ai tagli di molte aziende pubbliche e private

Grave la situazione economica nel catanese. Secondo la sigla sindacale Cisl dall’inizio del 2012 sono più di 600 le istanze presentate dalle aziende catanesi per richiedere gli ammortizzatori sociali: mobilità, cassa integrazione, indennità di disoccupazione e prepensionamento.

"L’estate - spiega il segretario generale della Cisl etnea Alfio Giulio - ci sta consegnando una situazione allarmante, con fasce sociali sempre in maggiore difficoltà economica, con la certezza di vedere ingrossate le file dei disoccupati e con lo spettro di carichi fiscali maggiorati per l’aumento anche dell’imposizione locale".

Uno scenario che mette i brividi e che ha spinto la Cisl a riunire il suo esecutivo per discutere della spending review, di elezioni e soprattutto per trovare una soluzione ai tagli di molte aziende pubbliche e private.

"La crisi a Catania - aggiunge Giulio - mette in difficoltà pure le aziende di informazione, che con l'aggravio del passaggio al digitale terrestre, rischiano di dover ridurre i loro costi con pericolo per numerosi lavoratori del settore. C’è bisogno di coesione sociale e di maggiore responsabilità politica. Compito del sindacato è tutelare i più deboli e stimolare le istituzioni".

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento