10 milioni per gli enti di formazione in crisi. Domani la Firma di Musumeci

Da un anno la drammatica condizione economica degli enti di formazione ha registrato il mancato pagamento degli ultimi otto stipendi. Domani la Firma di Musumeci a Roma

Nello Musumeci

Sono dieci i milioni di euro previsti dal governo ai lavoratori siciliani degli enti di formazione, per dare ossigeno ad un settore in crisi, che ha registrato il mancato pagamento degli ultimi otto stipendi dei lavoratori.

È, infatti, prevista domani a Roma la firma dell'accordo tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la Regione siciliana. Secondo Nello Musumeci ''e' un significativo segnale di attenzione del governo nazionale". "Circa 2400 lavoratori - ha aggiunto Musumeci - grazie anche alla sensibilita' del ministro Maurizio Sacconi e del collega Luca Bellotti, che ha seguito con me la vicenda, potranno beneficiare delle misure di sostegno che il governo adotta assieme alla Regione siciliana, con l'ausilio dell'Inps e di Italia lavoro''. ''In ogni caso - ha aggiunto il sottosegretario Musumeci - non bisogna dimenticare che il mercato del lavoro in questi anni e' cambiato e lo scenario economico internazionale impone di ripensare complessivamente il sistema della formazione professionale anche in Sicilia, favorendo un collegamento virtuoso con il mondo del lavoro per creare opportunità di impiego concrete e ridare protagonismo ai nostri giovani sulla base di principi meritocratici''.

Rimane aperta la questione legata ad una diversa funzione della formazione, denunciata dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL, secondo cui gli enti  devono avere una maggiore utilità e una stretta connessione con il territorio in cui agisce.  La realtà di oggi registra la proliferazione degli enti con una politica clientelare di assunzioni, che ha, nei fatti, determinato il collasso del settore con tutte le conseguenze del caso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento