Fastweb: ceduti 250 lavoratori addetti al call center di viale Africa

Oggi sono state aperte le procedure di legge per la proclamazione dello stato di agitazione e dello sciopero. Catania è coinvolta con più di 250 lavoratori addetti al call center di viale Africa e circa 10 operatori di Rete

Le segreterie nazionali e territoriali di SLC CGIL, FISTEL CISL, UILCOM UIL  hanno ricevuto la comunicazione della cessione dei rami d'azienda da parte di Fastweb denominati "Customer Care & Customer Base Management" e "Field Network Creation & Operation". Oggi sono state aperte le procedure di legge per la proclamazione dello stato di agitazione e dello sciopero. Catania è coinvolta con più di 250 lavoratori addetti al call center di viale Africa e circa 10 operatori di Rete.

Nella nota si legge: "Fastweb in questi mesi ha negato in ogni occasione, al sindacato ed ai propri dipendenti, anche in sede Assolombarda, la modifica del perimetro aziendale e dell'organico, nonostante le notizie trapelate dalla stampa avessero indotto Cgil, Cisl e Uil a temere il peggio e a dichiarare lo stato di agitazione. L'azienda, infatti, con un freddo e calcolato progetto stava attuando nei sottoscala ciò che alla luce del sole continuava a negare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento