Finanziamenti europei, sette milioni per venti scuole etnee

Il piano prevede interventi legati all'adeguamento infrastrutturale in termini di messa a norma degli impianti, accessibilità, attrattività dei locali, dotazione di impianti sportivi ed efficienza energetica

Sette i milioni che l’Unione Europea ha destinato a venti istituti catanesi per migliorare la qualità degli ambienti scolastici. Il piano di finanziamento europeo prevede interventi legati all’adeguamento infrastrutturale, in termini di messa a norma degli impianti, accessibilità, attrattività dei locali, dotazione di impianti sportivi ed efficienza energetica.

I lavori di sviluppo e supporto per la riorganizzazione funzionale degli spazi didattici interessano in particolar modo l’Ordine degli Architetti e il presidente Luigi Longhitano ha incontrato il sindaco Raffaele Stancanelli, il quale ha manifestato la concreta volontà di entrare nel vivo della fase esecutiva.

“Ritengo che la disponibilità di questi fondi e la finalità che li caratterizza – dice Luigi Longhitano – rappresentino una preziosa occasione di ”riscatto” e crescita, sia per le tanto attese opere di riqualificazione dei luoghi scolastici che per gli addetti ai lavori. Da tempo segnaliamo l’urgenza di intervenire e di affidarsi a personale competente e qualificato, adesso è arrivata una buona opportunità per farlo. Perciò seguirò passo dopo passo l’iter di assegnazione, sapere come stanno procedendo i 58 comuni della provincia, sapendo se hanno già ricevuto i finanziamenti e conferito gli incarichi”.

Il presidente dell’Ordine degli Architetti ha già inoltrato a tutti i sindaci della provincia etnea, una richiesta formale di accesso agli atti, chiedendo specificatamente informazioni sugli incarichi per i servizi di architettura e ingegneria attinenti alla progettazione esecutiva, alla direzione dei lavori e al coordinamento per la sicurezza; sull’assistenza al Rup; sui collaudi, chiedendo se le amministrazioni locali in causa abbiano o meno previsto un protocollo d’intesa con i dirigenti scolastici delle scuole di competenza al fine di incaricare i propri funzionari per i servizi richiesti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento