Economia

Fisco, rischio evasione in aumento a Catania

Catania è tra le città più a rischio di evasione. A sostenerlo è uno studio condotto dalla Cgia di Mestre su fonte dell'Unioncamere del Veneto

Catania è tra le città più a rischio di evasione. A sostenerlo è uno studio condotto dalla Cgia di Mestre su fonte dell'Unioncamere del Veneto. Il risultato che emerge è il seguente: Trieste, Bologna e Bolzano sono le realtà provinciali più fedeli al fisco, le province di Crotone, Catania e Ragusa, invece, sono quelle più a "rischio".

Le differenze tra Nord e Sud sono molto evidenti. Se Trieste (+48 rispetto alla media Italia), Bologna (+42), Bolzano (+38) e Milano (+ 33) si piazzano nelle primissime posizioni, ovvero, "sono le meno interessate dalla presenza di fenomeni evasivi, la situazione al Sud è drammatica", commenta la Cgia.

Nella classifica generale, la prima provincia del Mezzogiorno è Pescara (+1 rispetto alla media Italia) che si piazza al 53° posto. "Di seguito -rileva la Cgia- troviamo tutte le altre, con una situazione per le realtà del profondo Sud (come Reggio Calabria, Brindisi, Caserta, Messina, Benevento, Siracusa, Crotone, Catania e Ragusa) veramente difficile".

"Il risultato di questa elaborazione - ha dichiarato- Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre - è stato ottenuto facendo la differenza tra livello di reddito disponibile delle famiglie di ciascuna provincia e il dato ottenuto dalla media di alcuni sottoindicatori che individuano il livello di benessere reale di un territorio". "In buona sostanza, dove lo stile di vita supera il redito disponibile, c'è una fondata ipotesi - afferma ancora Bortolussi - che ci troviamo di fronte a un territorio ad alto rischio di evasione".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisco, rischio evasione in aumento a Catania

CataniaToday è in caricamento