Sette istituti educativi assistenziali rischiano la chiusura: è polemica

Dopo il taglio di 2,5 mln di euro agli istituti educativi assistenziali, è polemica. Oltre trecento bambini appartenenti alle fasce meno abbienti della popolazione, rischiano di rimanete senza assistenza

Dopo il taglio di 2,5 mln di euro agli istituti educativi assistenziali, è polemica. Oltre trecento bambini appartenenti alle fasce meno abbienti della popolazione, rischiano di essere privati dei servizi minimi di assistenza. E così, ieri mattina, un sit-in davanti Palazzo degli Elefanti. I manifestanti hanno chiesto un incontro con il sindaco e l’ assessore ai servizi sociali Carlo Pennisi.

Mancano, infatti, i fondi per pagare gli educatori, gli autisti ed il pieno degli scuolabus, gli assistenti sociali e le attrezzature con cui svolgere le attività didattiche. E, a rischio chiusura, sono 7 istituti che operano nelle zone calde della città come Librino e La Civita, in cui la dispersione scolastica raggiunge livelli altissimi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento