Movida: strisce blu anche di notte, opposizione degli esercenti

Il Comune annuncia che, in centro storico - anche di notte - saranno attivate "le strisce blu" a pagamento. Netta l'opposizione da parte degli esercenti della zona che si uniscono in un Comitato

Movida notturna a Catania

La movida di Catania è a rischio. Il Comune annuncia che, in centro storico - anche di notte - saranno attivate "le strisce blu" a pagamento. Netta l'opposizione da parte degli esercenti della zona che hanno costituito appositamente un "Comitato operatori del centro storico".

Hanno, così, raccolto una lunga lista di critiche e di proposte da inoltrare all'Amministrazione perchè - come hanno fatto tanti anni fa - credono ancora nel rilancio del centro storico e della sua movida notturna.

"Dietro questa operazione - hanno ipotizzato- ci sono interessi forti e la volontà di spostare il divertimento dal centro storico alla Playa". Chiedono, pertanto, una serie di richieste: perimetrazione amministrativa del centro storico; segnaletica per orientare turisti e visitatori verso le mete culturali della città; maggiore vigilanza delle forze dell'ordine; valorizzazione del centro storico, restaurando le strutture di valore artistico. E ancora, portare le famiglie in centro, diversificando l'offerta: oltre ai pub anche cinema, teatri, attività culturali in genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento