Via Etnea e Corso Italia: i negozianti chiedono affitti più bassi del 30 per cento

Gli agenti commerciali intendono trovare sinergie tra il Comune, i commercianti e i proprietari chiamati a diminuire gli affitti per promuovere lo shopping: gli affittuari chiedono un calo del 30 per cento

Tra Via Etnea e Corso Italia, numerosi sono i negozi che stanno chiudendo la loro attività. Tra le cause principali, anche l'impossibilità di sostenere affitti elevati in questo periodo di crisi economica. Dati alla mano, il 25 % delle attività ha chiuso o sono prossime alla chiusura.

Gli affittuari, così, chiedono un calo del 30 %. E, oggi, si terrà un incontro tra il presidente della Fimaa Confcommercio, Nino Nicolosi - che rappresenta gli agenti immobiliari - e il vice direttore della Confcommercio, Giuseppe Cusumano e l'assessore comunale alle Attività produttive Franz Cannizzo.

Gli agenti commerciali intendono, infatti, trovare sinergie tra il Comune, i commercianti e i proprietari chiamati a diminuire gli affitti per promuovere lo shopping.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento