menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nigithor, combattere la crisi assumendo: storia di una impresa tutta siciliana

C’è la lungimiranza - e l’amore per la Sicilia - di un ingegnere siciliano dietro la società Nigithor, azienda di consulenza informatica che ad oggi vanta collaborazioni con molte società di respiro nazionale e internazionale

C’è la lungimiranza - e l’amore per la Sicilia - di un ingegnere siciliano dietro la società Nigithor, azienda di consulenza informatica che ad oggi vanta collaborazioni con molte società di respiro nazionale e internazionale. Nicola Oriti, infatti - dopo un periodo in cui ha accresciuto la sua formazione prima al nord Italia e poi in paesi esteri - ha deciso di tornare in Sicilia e di mettere qui le radici di un progetto che si è rivelato vincente. E che, nonostante la crisi in atto e l’emergenza pandemica ed economica, “si è riusciti comunque a creare occupazione e questo - per una terra come la nostra che ha fame di lavoro - è già un importante risultato”, dice il fondatore Nicola Oriti che non nasconde le difficoltà del periodo considerando che molte aziende sono state costrette a rescindere dei contratti: “abbiamo deciso però di non farci prendere dal pessimismo. Anzi, abbiamo continuato a sorridere nonostante le difficoltà continuando a investire sul territorio”, aggiunge Oriti che ricorda come in questo periodo nessun dipendente della società è stato messo in cassa integrazione; ad agosto è stata aperta sede a Catania, sono state fatte 17 assunzioni da inizio 2020: 5 impiegati, 9 apprendisti (2 dei quali già trasformati in impiegati) e 3 tirocinanti; altri 8 ragazzi sono stati già selezionati e stanno per essere assunti; è stata rinnovato il percorso di apprendistato di I livello con una scuola della provincia di Messina, con assunzione di altri 4 ragazzi.

Non solo, per dare fiducia anche ad altre società, è stata confermata la sponsorizzazione di una squadra di volley siciliana militante in serie B2 e d è stata aggiunta la sponsorizzazione di una squadra di calcio siciliana militante in serie D. E poi la partnership con la CIFA: “abbiamo creato subito un’ottima sinergia e abbiamo lavorato affinché Catania potesse ospitare la sede di questa azienda: ancora una volta la Cifa mette al centro lo sviluppo del territorio”, ha detto Gaetano Benincasa, segretario provinciale della Cifa.

Numeri che danno speranza e che mettono la Sicilia al centro di un panorama nazionale e internazionale di tutto rispetto: Nigithor, infatti, collabora con società leader a livello mondiale come Deloitte, Pwc, Atos, Everis, Reply, Intesa SanPaolo, ING, Unicredit, BMW, Novartis, Enel, Heineken e molte altre ancora. E a proposito dell’Accademia, fondata nel settembre 2018 a Messina, essa è riuscita nel giro di poco tempo, a crescere in Sicilia, aumentando il business sul territorio e a dare ai giovani siciliani una grossa opportunità per “crescere insieme”. Oggi Nigithor dunque investe sui ragazzi siciliani diplomati o laureati; offre ai giovani un percorso formativo totalmente gratuito, non solo informatico ma anche di consulenza e lavorativo; assume circa il 70% dei ragazzi ammessi ai corsi interni e li inserisce sui progetti gestiti in collaborazione con i propri partner; conta ad oggi circa 60 collaboratori (tutti siciliani); è suddivisa in 4 divisioni tecnologiche: • Nigithor Analytics (area Business Intelligence) • Nigithor Digital (area CRM) • Nigithor Innovation (area R&D e studio nuove tecnologie) • Nigithor Solutions (area sviluppo web e applicazioni mobile)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Salute

Bromelina: cos'è, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento