rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Economia

In Sicilia da Pnrr oltre 227 milioni per nidi e servizi per l'infanzia

Il sottosegretario all'Istruzione, Barbara Floridia: "Si tratta di risorse fondamentali, destinate alla costruzione, riqualificazione e messa in sicurezza degli asili nido e delle scuole dell’infanzia"

Sono state pubblicate le graduatorie degli avvisi pubblici relativi ad asili nido e scuole dell’infanzia con i progetti di investimento che verranno finanziati con le risorse europee Next Generation EU, stanziate nell’ambito delle azioni per il potenziamento dei servizi d’istruzione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). In Sicilia sono destinati complessivamente 227.562.126,30 euro per un totale di 175 interventi per scuole dell’infanzia e per asili nido e poli dell’infanzia per l’intera fascia di età 0-6 anni. La pubblicazione delle graduatorie conclude la prima fase dell’azione del PNRR per gli asili nido e le scuole e i servizi educativi per l’infanzia. In particolare, alle regioni del Mezzogiorno andrà il 54,98% delle risorse per gli asili nido e il 40,85% di quelle per le scuole dell’infanzia.

Contestualmente, è stato disposto anche lo scorrimento delle graduatorie dell’avviso pubblico del 2021, da 700 milioni, su asili nido e centri polifunzionali per la famiglia che prevede l’autorizzazione di 234 nuovi interventi per un importo di 381 milioni. Questo avviso pubblico contribuisce al raggiungimento dei target del Pnrr relativi all’attivazione di nuovi posti per servizi educativi nella fascia 0-6 anni e rientra tra i c.d. “progetti in essere” del Pnrr. 

"Di questi oltre 200 milioni - dichiara la sottosegretaria all'Istruzione, Barbara Floridia - sono assegnati alla Sicilia, con un primo finanziamento di ben 76 milioni di euro a copertura di 72 progetti ammessi in tutte le province. Si tratta di risorse fondamentali, destinate alla costruzione, riqualificazione e messa in sicurezza degli asili nido e delle scuole dell’infanzia".

"Il nostro obiettivo - conclude - è migliorare l’offerta educativa sin dalla prima infanzia e offrire un concreto aiuto alle famiglie, incoraggiando la conciliazione tra vita familiare e professionale. È l'ennesimo passo in avanti per migliorare i servizi educativi che facciamo grazie ai fondi del Pnrr ottenuti dal governo Conte. Ora i Comuni e gli enti attuatori facciano di tutto per mettere a frutto tutto questo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Sicilia da Pnrr oltre 227 milioni per nidi e servizi per l'infanzia

CataniaToday è in caricamento