Lotta all'evasione tributaria: raddoppiano le entrate del Comune

Incontro positivo quello tra le sigle sindacali CGIL, CISL, UIL e UGL e Stancanelli. Proposti obiettivi concreti per l'aumento dei servizi da erogare e la riqualificazione del centro storico

Come annunciato si è svolto, questa mattina, a Palazzo degli Elefanti l’incontro tra il Sindaco di Catania Raffaele Stancanelli e i segretari generali della CGIL Angelo Villari, della CISL Alfio Giulio, della UIL Angelo Mattone e della UGL Carmelo Mazzeo, per discutere sui pesanti ritardi nei trasferimenti delle risorse da parte dello Stato e della Regione che stanno causando una grave carenza di liquidità alla casse comunali.

Il dibattito si è concentrato, anche, sullo stato di avanzamento del Piano Regolatore Generale – sul quale il primo cittadino si è a lungo soffermato per illustrare il duplice obbiettivo che la sua amministrazione intende perseguire, e cioè l'aumento dei servizi da erogare e la riqualificazione del centro storico: dal P.U.A. della Playa di cui si attende l’ultimo via libera dell’Enac alla fine del caso di Corso Martiri della Libertà, per la quale si auspica la sottoscrizione di un protocollo di legalità. Dalla questione dei parcheggi (rilevante sul duplice fronte dell'occupazione e della mobilità) alla intenzione di favorire le potenzialità turistiche del Porto di Catania.

Apprezzamento per il metodo e i contenuti dell’incontro è stato espresso da tutti i rappresentanti sindacali presenti all'incontro, i quali hanno esortato il sindaco “a perseverare nella lotta all' evasione tributaria che l'Amministrazione persegue da tempo e la fissazione di incontri periodici per fare il punto della situazione su ciascuno dei temi oggetto dell'incontro”, spunti su cui si è registrata l’ immediata disponibilità nel primo cittadino, anche in vista della prossima elaborazione del bilancio di previsione per l’anno 2012.

Catania – ha dichiarato il sindaco Raffaele Stancanelli - è una città che in questo momento di crisi, avverte più di altre il problema del disagio economico. Il nostro obbiettivo è quello di agire salvaguardando la spesa sociale rilanciando l'economia. Appena pochi giorni fa, con la mia lettera al Premier Monti, ho cercato di catalizzare l'attenzione sulla necessità che Catania ottenga al più presto i finanziamenti che le spettano e senza i quali non potrebbe far fronte ai suoi impegni nei confronti dei fornitori dei servizi ai cittadini. Oggi mi impegno coi sindacati a realizzare momenti operativi di confronto tematico su i temi di maggiore rilevanza sociale, al fine di salvaguardare lo Stato sociale e ed entrare nel merito delle singole questioni che attengono allo sviluppo e l’occupazione. Con le forze sindacali e sociali ha aggiunto il Sindaco- rilanciamo un patto concreto e operativo che attiene alle soluzioni di salvaguardia degli interessi di cittadini, lavoratori, giovani e anziani, in un momento nevralgico per gli importanti  appuntamenti politico-amministrativo che ci attendono e le scelte che assieme dovremo compiere per proseguire e rilanciare l’azione di rigoroso risanamento con quella di crescita e sviluppo”.

Tra gli impegni concreti che Stancanelli ha assunto, anche, quello di garantire che una parte delle risorse, frutto della lotta all’evasione tributaria che ha quasi raddoppiato le entrate del Comune, venga destinato prioritariamente al mantenimento di alcuni servizi sociali di sostegno alle fasce deboli della popolazione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento