Inizio scuola e "caro libri", genitori alle prese con gli acquisti

Per libri e dizionari si spenderanno in media 521 euro per ogni ragazzo, il +2,8% rispetto allo scorso anno. A causa di un ritardo nell'erogazione dei fondi regionali destinati ai comuni per il pagamento dei testi obbligatori, i beneficiari del "buono libro" saranno costretti ad anticipare le spese di tasca propria

Il nuovo anno scolastico comincia decisamente male. Non tanto per gli alunni, nuovamente alle prese con verifiche e compiti a casa, quanto per i genitori alle prese con l’acquisto dei nuovi libri scolastici. A causa di un ritardo nell’erogazione dei fondi regionali destinati ai comuni per il pagamento dei testi obbligatori, i beneficiari del “buono libro” saranno costretti ad anticipare le spese di tasca propria.

"Stamattina avrei dovuto portare a casa i sussidiari per le mie figlie, che frequentano le elementari – commenta una mamma appena uscita da una nota libreria di Corso Sicilia –ma ho saputo che bisogna pagare in anticipo. La cosa che mi preoccupa è che il coupon da ritirare alla cassa potrebbe anche essere convertito in un buono-sconto presso questo punto vendita, non è detto che mi ridiano i soldi.  E soprattutto non si sa quando”.

Messi con le spalle al muro, i rivenditori hanno quasi tutti scelto la formula del pagamento anticipato, anche per i testi delle scuole elementari. Solo in pochi continuano a darli gratis, avendo dei propri fondi disponibili, ed in questo caso la fila comincia fuori dal negozio.

“Mi sono informata prima venendo qui a colpo sicuro, questa è una delle poche librerie in cui si possono ritirare i testi della scuola primaria senza mettere mano al portafogli”, spiega Grazia M, madre di un bimbo di 9 anni, appena uscita da una libreria di via Gabriele D’Annunzio.

Ad incidere sul bilancio familiare sono anche le spese per il corredo scolastico. Secondo le previsioni di Adusbef e Federconsumatori passeranno da 488 euro dello scorso anno ai 499,50 di quest'anno, con un rincaro del +2,4%. 

Ad aumentare in misura maggiore sono soprattutto i prezzi di zaini, astucci pieni, borse a tracolla. Rincari previsti anche per i testi di medie e superiori: per libri  e dizionari si spenderanno in media 521 euro per ogni ragazzo, il +2,8% rispetto allo scorso anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento