Spesa in sicurezza: sanificazione continua nei supermercati Max

Un'ulteriore attenzione alla clientela da parte della catena siciliana

Le disposizioni del Governo in merito alla tutela della salute dei cittadini richiedono grande attenzione da parte delle aziende sul tema dell'igiene degli ambienti chiusi e accessibili al pubblico. Un'attenzione che la catena di supermercati Max, presente con oltre 50 punti vendita in numerosi comuni siciliani (tra cui Agrigento, Campobello di Licata, Casteltermini, Canicattì, Favara, Porto Empedocle, Racalmuto, San Biagio Platani, Camastra, Mazzarino, Villalba, Marianopoli, Gangi, San Cipirello, Nicosia e Marsala) dimostra mettendo in atto procedure di sanificazione dei locali realizzate tramite un'azienda esterna specializzata.

Dai carrelli, ai cestini, per continuare con i corridoi dei reparti, le casse, le aree esterne adiacenti i punti vendita, fino agli spogliatoi, agli uffici e a tutte le aree per le lavorazioni, «Nessun angolo o dettaglio viene trascurato - sottolinea il direttore generale Fabio Romano. Si tratta di una buona prassi – continua – che mettiamo in atto a tutela dei clienti, perché la spesa possa continuare ad essere un'esperienza sicura e comunque piacevole, nonostante tutte le difficoltà che questo periodo di particolare emergenza sanitaria sta presentando; allo stesso tempo, la sanificazione è effettuata anche a salvaguardia dei nostri dipendenti, che mettiamo così in condizioni di lavorare in assoluta sicurezza e soprattutto con serenità».

Le attività di sanificazione sono svolte con presidi conformi al Regolamento CE n.648/2004 e con presidio medico chirurgico registrato presso il Ministero della salute al n.7604, garantendo ambienti puliti, sicuri e senza che possa verificarsi alcuna contaminazione per i prodotti esposti. Queste operazioni rientrano nell'ambito di una serie di iniziative che la catena Max ha approntato per affrontare l'emergenza COVID-19: tra le più importanti sicuramente E-MAX, il servizio gratuito di ordine via mail, che permette di pagare e ritirare la spesa già pronta in negozio, senza dovere fare la coda, e l'invio del volantino su Whatsapp, da sfogliare comodamente sul proprio smartphone.

"Il nostro obiettivo, conclude Romano, è “dare sempre il Max” e anche su un tema delicato come quello dell'igiene e della sicurezza non potevamo che scegliere di offrire a tuttiil massimo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento