Mercoledì, 28 Luglio 2021
Economia

St, da Fismic attenzione massima agli investimenti

Pappalardo: "Evitare propaganda sulla pelle dei lavoratori"

Massima attenzione sugli investimenti destinati allo stabilimento catanese di ST Macroelectronics, a cominciare dal Sic. È la linea tenuta da Fismic Catania, che a differenza di altre realtà sindacali si è sempre concentrata sull'obiettivo evitando toni propagandistici. “Il sindacato è fortemente interessato al completamento dell’investimento sul Sic, e quindi alla nuova occupazione che deve necessariamente passare dalla riconferma dei 'summer job', nuovi e vecchi”. Un risultato che potrà essere raggiunto solo attraverso un serio lavoro sindacale, sottolinea il segretario. “Per alimentare la crescita dello stabilimento etneo, che rappresenta un valore enorme per l’economia del nostro territorio, servono relazioni sindacali basate sul confronto continuo”.

Ciò che va evitato è giocare sulla pelle dei lavoratori, come pure è avvenuto nelle scorse settimane. “Sindacati che da oltre un anno e mezzo hanno proclamato sciopero a oltranza, e che all'inizio pandemia chiedevano la chiusura dei reparti produttivi per lasciare i lavoratori a casa, oggi affermano di aver sempre puntato sullo stabilimento di Catania”, denuncia Pappalardo. Un comportamento che per il numero uno di Fismic ha dell'incredibile. “Solo i creduloni possono prendere per buone certe dichiarazioni e certe richieste. Puntare sullo stabilimento di Catania significa scommettersi, metterci la faccia e fare accordi anche in momenti difficili come quelli che abbiamo attraversato”.

È ciò che ha fatto Fismic, anche in occasione dell'ultimo confronto con l'azienda sui carichi produttivi. “Siamo stati i soli a chiedere alla direzione aziendale la possibilità di stabilizzare i contratti stagionali”, rivendica Pappalardo. Per questo alcune esternazioni recenti da parte di altre organizzazioni profumano di propaganda. “Certe dichiarazioni hanno il solo scopo di attirare l’attenzione dei lavoratori stagionali, che chiaramente sperano di vedersi trasformato il proprio contratto a tempo indeterminato”, attacca il segretario regionale. Per il futuro l'auspicio è che si possa collaborare per raggiungere risultati in favore dei lavoratori e dell'azienda, senza cedere a opportunismi di parte. “Noi saremo sempre in prima linea”, assicura Pappalardo, “e se altri dovessero abbandonare la strada del populismo e del qualunquismo per unirsi a noi su tali obiettivi sarebbe finalmente una bella sfida, anche sul terreno del proselitismo ma soprattutto sulla crescita occupazionale e sullo sviluppo tecnologico di St Catania”, conclude il numero uno di Fismic.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

St, da Fismic attenzione massima agli investimenti

CataniaToday è in caricamento