Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia Zona industriale

Cassa integrazione per 2.200 dipendenti StMicroelectronics

L'azienda leader nel campo dei componenti a semiconduttore per l'elettronica e l'elettrotecnica ha annunciato tredici settimane di cassa integrazione ordinaria per 2.200 dipendenti

La crisi colpisce anche la StMicroelectronics. L’azienda leader nel campo dei componenti a semiconduttore per l’elettronica e l’elettrotecnica ha annunciato tredici settimane di cassa integrazione ordinaria per 2.200 dipendenti e l’interruzione del rapporto di lavoro con i 96 giovani ex summer job.

Le difficoltà della Stm sono legate sia alla recessione economica sia alla crisi del Giappone post terremoto e tsunami dell’11 marzo scorso, che di fatto stanno vanificando il piano industriale di rilancio varato nei mesi scorsi dal colosso italo-francese con sede a Ginevra.


La StMicroelectronics realizza circa il 4% del giro d'affari nel paese del Sol Levante e ha registrato un preoccupante calo degli ordinativi, che non sta permettendo al sito di Catania di saturare la fabbrica con quei prodotti per i quali sono stati effettuati investimenti di ristrutturazione e di rilancio. In base al bilancio 2010, circa il 18% delle vendite proviene da Giappone e Corea, con una stima relativa al solo Paese del Sol Levante che gli osservatori dei mercati fissano intorno a quota 1-1,2 miliardi di dollari, contro un fatturato complessivo di 10,4 miliardi. Una condizione che fa stimare agli analisti la possibilità di una contrazione degli utili 2011 che oscillerebbe fra il 2 e il 7%, con un calo del fatturato che al momento viene calcolato in 100-300 milioni di dollari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione per 2.200 dipendenti StMicroelectronics

CataniaToday è in caricamento