Economia

Vertenza Aligrup: ecco i 23 punti vendita chiusi

I lavoratori dichiarano di non aver ricevuto nessuna raccomandata sull'avvio dell'ammortizzatore sociale, la cassa integrazione sembra essere stata comunicata con una nota interna

Giornata nera per l’economia siciliana. Chiudono 23 supermercati Despar in tutta l’isola.  Dopo il via libera della cassa integrazione per 1350 dipendenti Aligrup, oggi i punti vendita non inclusi in trattativa per l’affitto del ramo d’azienda della holding catanese, hanno chiuso ufficialmente i battenti.

Preoccupati i lavoratori che dichiarano di non aver ricevuto nessuna raccomandata sull’avvio dell’ammortizzatore sociale, la cassa integrazione sembra essere infatti stata comunicata esclusivamente con una nota interna. Intanto i dipendenti fanno sapere che in attesa di ricevere l’ufficialità della CIG, andranno a lavorare nei punti vendita aperti.

I PUNTI VENDITA CHIUSI - Lo scorso 6 dicembre è stato reso noto, con una nota inviata dal commissario liquidatore Aligrup, Maurizio Verona a tutti i lavoratori, l’elenco dei supermercati destinati alla chiusura: IperSpar “Il Giardino” Avola, Iper Spar ” Papiri” Siracusa”, Iper Spar “Centro Sicilia” (Catania), Eurocasch (Modica), Eurocash Lazzaretto (Acireale), Eurocasch (Termini Imerese), Despar “Corso Umberto” (Siracusa), Despar (Fiumefreddo), Despar (Zafferana), Despar “Matteotti” (Giarre), Despar “Grasso Finocchiaro” (Catania), Despar “Caronda” (Catania), Despar “Mineo” ( Catania), Despar “San Paolo” (Catania), Despar (Francofonte), Eurospar “Fermi” (Palermo), EuroSpar (Piazza Armerina), Despar “Pedalino” (Comiso), Despar (Belpasso), Despar, “Marconi”(Gravina), “Mediterraneo”, InterSpar “Pedazzo” (Santa Maria degli ammalati), InterSpar, (Capo Mulini).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Aligrup: ecco i 23 punti vendita chiusi

CataniaToday è in caricamento