L'aria del continente con Pippo Pattavina

Sabato 16 e domenica 17 Febbraio 2019. L’ARIA DEL CONTINENTE di Nino Martoglio. Regia Pippo Pattavina. Con Pippo Pattavina. Perfetto modello di tragicommedia a sfondo grottesco, "L'aria del continente" di Nino Martoglio è ancora vivido esempio di ciò che fu (elargendo non poche eredità al teatro leggero 'anni Sessanta') il repertorio popolar-didascalico d'inizio Novecento, grato rovistatore di tanto repertorio “boulevar-dier” della scena francese in anni di Bella Epoque, trapiantati in una sorta di visione sovvertitrice, assiomatica di insulse saggezze e rustici luoghi comuni.

Endemici, a loro volta, di una certa Italietta fatuo-umbertina fortemente suddivisa in invalicabili classi sociali ed in privilegi di cespiti e casati, accumulati da svariati epigoni della neoborghesia sudista. In epoca post-unitaria, a prosecuzione di quella che Tomasi di Lampedusa focalizzava come la “stirpe dei Sedara” e dei mezzadri elevati al rango di piccola borghesia, ecco Martoglio “imbattersi” (e dispiegare) le disavventure amorose di tal Don Cola Duscio, benestante dell'entroterra catanese, soggiornante a Roma (gaudente e spendaccio-ne) per una banale operazione di appendicite.

Costretto, però, a rientrare in Sicilia, mentalmente cambiato e in bella compagnia d'una “affettuosa” canzonettista, sedicente capitolina - anzi “roma-gnola” – rivelatasi poi siculissima e prevedibilmente fedigrafa, provoca reazioni di vario genere tra parenti e amici. Ma nell’ultimo atto, per una serie di scoperte che gli fanno aprire gli occhi, torna a essere quello di sempre: un siciliano nell’anima con tutti i suoi pregi e difetti. L'elemento iperbolico e paradossale della commedia consiste, come molti sanno, nell'iniziale ed ostentato spirito di strava-ganza, larghe vedute, disinibizione del protagonista (ormai “uomo di mondo” nell'accezione babbea, cara a Totò).

Dunque nel suo disprezzo e commiserazione per la gelosia e la goffaggine dei propri compaesani (essendosi egli “svezzato” da ogni pregiudizio e bubbone genetico....), roso e lacerato –invece - da più sorgiva gelosia e da tutti gli istinti comuni al maschio di falsa emancipazione (semmai esistita). Orario spettacoli sabato doppia replica ore 17.30 e ore 21; domenica ore 17.30. Abbonamenti. Poltronissime euro 70; Poltrone euro 60; Distinti euro 50. Ridotti (Over 65, under 18 e universitari): Poltronissime euro 60; Poltrone euro 50; Distinti euro 40. Biglietti: Poltronissime euro 20; Poltrone euro 15; Distinti euro 12. Convenzionato con "Carta del Docente". Prevendite. Botteghino Teatro Metropolitan, via Sant’Euplio, 21 – Catania Tel 095.322323 (ore 10-13 e ore 17-20).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Spettacolo 'Aiuto, hanno rapito Colombina'

    • dal 12 settembre al 1 novembre 2020
    • Teatro Zig Zag
  • 'Gli antichi segreti delle sorelle Chiaccherino'

    • dal 7 al 14 novembre 2020
    • Sala De Curtis
  • Giallo interattivo 'Bloody Carillon'

    • 31 ottobre 2020
    • Sala De Curtis

I più visti

  • Scappamu: ingressi scontati per la prima Escape Room con temi mai visti in Sicilia

    • dal 14 ottobre al 14 novembre 2020
    • Escape Room
  • Catania Sotterranea

    • dal 27 settembre al 1 novembre 2020
  • Bellini Festival

    • dal 23 settembre al 3 novembre 2020
  • Vie dei Tesori - Visite drammatizzate

    • dal 3 al 31 ottobre 2020
    • Chiesa Badia di Sant’Agata
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    CataniaToday è in caricamento