Convegno presso Istituto oncologico del Mediterraneo: il carcinoma polmonare non a piccole cellule

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

CONVEGNO PRESSO ISTITUTO ONCOLOGICO DEL MEDITERRANEO

Il carcinoma polmonare non a piccole cellule. Attuali scenari e nuovi orizzonti diagnostici e terapeutici

Venerdì 20 settembre, dalle ore 14.30 alle 19 circa, e sabato 21, dalle ore 9 alle 13, si svolgerà presso la sala convegni dell'Istituto Oncologico del Mediterraneo (IOM), un corso ecm sul carcinoma polmonare non a piccole cellule. Attuali scenari e nuovi orizzonti diagnostici e terapeutici. I direttori del corso sono i dott. Dario Giuffrida e Sinibaldo Coppolino dello IOM.

Il carcinoma polmonare rappresenta in Italia la principale causa di morte oncologica negli uomini e la seconda nelle donne, con una incidenza di circa 27.500 morti ogni anno e circa 34.000 nuovi casi. Il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) rappresenta circa l'80% di questi casi, configurandosi quindi come una delle principali cause di morte per cancro. In ambito terapeutico, molti sono i progressi cui abbiamo assistito negli ultimi anni, che derivano da una maggiore applicazione della biologia molecolare, dall'introduzione nella pratica clinica di farmaci target-specifici, da un più vasto impiego della farmaco genomica e dall'integrazione di competenze di varia natura in un reale approccio multidisciplinare. Questi cambiamenti e la disponibilità di nuove terapie hanno messo in evidenza la necessità di individuare il percorso terapeutico che assicuri i migliori risultati in termini di sopravvivenza. Ad oggi non è del tutto chiara la sequenza ottimale di farmaci per ottenere massima efficacia e minore tossicità, in modo da assicurare al paziente la migliore qualità di vita possibile e il massimo beneficio clinico. L'incontro si inserisce quindi in questa necessità di individuare degli algoritmi di terapia ottimali e personalizzati, mettendo insieme specialisti qualificati ed esperti nazionali e favorendo la discussione e l'individuazione di percorsi condivisi, partendo dalla pratica clinica ed esperienza dei centri partecipanti al progetto e confrontandoli con i dati di letteratura disponibili.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento