Enzo Miccio a Sposinlove: "Il matrimonio perfetto? Conta il sogno, non il budget"

"Mai più con…il cravattone per lo sposo. Mai più senza…un'indimenticabile wedding cake". Come non seguire i consigli più bon ton del momento in fatto di nozze, quelli che, dispensati da Enzo Miccio, suonano come eleganti imperativi

"Mai più con…il cravattone per lo sposo. Mai più senza…un’indimenticabile wedding cake". Come non seguire i consigli più bon ton del momento in fatto di nozze, quelli che, dispensati da Enzo Miccio, suonano come eleganti imperativi, raffinati moniti, insomma preziose linee guida per rendere impeccabile, e indimenticabile, il giorno del “sì”.

Il Salone Sposinlove ha fatto un gran regalo alle migliaia di fan e amanti del buon gusto, accogliendo il wedding planner Enzo Miccio, protagonista della notte bianca di ieri (15 novembre) che ha visto gli eleganti spazi gremiti di visitatori fino a mezzanotte, grazie alla formula innovativa che ha mixato – con un immancabile tocco di glamour – esposizione e intrattenimento.

Dal pomeriggio fino a sera alla Terrazza Ulisse di Catania, Miccio non si è risparmiato nel dialogo con il pubblico, soddisfacendo le curiosità di blogger, operatori wedding, futuri sposi, seguaci delle tendenze, sedendo in prima fila per l’esclusivo parterre di passerelle che, anche quest’anno, ha animato l’area aventi di Sposinlove: vetrine in movimento con le migliori firme del panorama in bianco, egregiamente guidate sul palco da Ruggero Sardo, conduttore e volto storico della manifestazione. 

Ma qual è la regola d’oro per un matrimonio perfetto? "Reinventarsi – afferma Miccio - il buon gusto non ha a che fare con il denaro, pensare che lo sfarzo sia l’optimum è un errore in cui si cade facilmente. Mai come in questo caso è bene dire che l’unione fa la forza: unione di sentimenti, desideri, di esigenze. La prima cosa non è il budget né il lusso, è trovare la strada giusta per vivere il sogno. E, a questo punto, entro in scena io. Un professionista, ma soprattutto un amico, una guida".

Lui, che sa ben dosare stile ed eleganza considerando quest’ultima una vera attitudine, ha trovato il Salone "coinvolgente, glamour, innovativo e molto accogliente", merito della squadra di Eurofiere, guidata dal direttore Alessandro Lanzafame che esprime soddisfazione per l’ottima riuscita del doppio evento, un’altra scommessa andata in porto: "Non posso che ringraziare le tantissime persone che ci sono venute a trovare – spiega Lanzafame - rispondendo al nostro desiderio di rendere Sposinlove molto più di una tradizionale fiera, ma un appuntamento di tendenza per parlare di matrimonio, preparativi, dettagli in modo dinamico, dando un tocco di leggerezza a un percorso molto impegnativo e ricco di emozioni per i futuri sposi".

A proposito di emozione, non è mancata quella delle dodici fidanzate acqua e sapone che nella serata di ieri si sono messe in gioco partecipando a “Un giorno da modella”. Grazie all’organizzazione affidata alla rivista White Sposa, è stato realizzato il sogno di sfilare in passerella davanti a una giuria qualificata presieduta da Miccio, che ha decretato vincitrice per grazia, portamento e simpatia, Giulia: giovane futura sposa che convolerà a nozze il prossimo anno e che si è definita semplicemente “felice”, premiata da Palenque Viaggi e Beachcomber, ha indossato un abito di Amelia Casablanca. 

La differenza tra un matrimonio del Nord e uno del Sud? "Beh da noi, e mi ci metto anche io visto che sono campano – conclude Miccio - è un evento corale, particolarmente caloroso e condiviso. Al nord è vissuto come un party. Ma in tutti i casi una cosa è certa: la sposa va accompagnata per mano, passo dopo passo, fino all’altare". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento