Il festival Magma torna al cinema: pronta la 19esima edizione

Il 20 e il 21 novembre 2020 il Margherita Multisala di Acireale accoglierà il concorso internazionale di cortometraggi nel rispetto di ogni misura prevista contro il contagio da Covid-19

Nel pieno rispetto delle normative per contrastare la pandemia da Covid-19, ma con la voglia di tornare nei cinema per supportare un’industria che vive da mesi un momento buio, Magma - Mostra di cinema breve si svolgerà anche quest’anno e in piena sicurezza: il 20 e il 21 novembre 2020 il cinema Margherita Multisala di Acireale ospiterà la 19esima edizione consecutiva della rassegna. Saranno proiettati i corti in gara e saranno proclamati i vincitori del premio Lorenzo Vecchio (dedicato al fondatore del festival e suo primo direttore artistico), del premio del pubblico e delle menzioni speciali. Il bando di partecipazione è stato aperto in pieno lockdown e ha riscosso, nonostante i tempi, un successo paragonabile a quello delle altre edizioni. I componenti dell’associazione culturale Scarti, che organizza il festival, hanno valutato gli oltre 800 cortometraggi iscritti da 45 Paesi e ne hanno selezionati 23: film narrativi, di animazione, documentari e sperimentali, che saranno proiettati in sala e votati da giuria e spettatori. Numerose opere di altissima qualità sono arrivate dalla Spagna, così come si segnalano i lavori dei registi tedeschi. Tre, uno in più dello scorso anno, i cortometraggi italiani che hanno superato la selezione. "Una delle caratteristiche dei cortometraggi è che fotografano la realtà in maniera fulminante - ha dichiarato Giulia Iannello, responsabile della progettazione culturale del festival - Così quest’anno, in tempi di pandemia, nella selezione c’è un film apocalittico: parla di una setta che elabora un piano per un suicidio di massa. Ma c’è anche una commedia che, in modo inedito, non convenzionale e fortemente autoironico, racconta la vita delle donne in alcuni Paesi islamici. Per su temi di attualità sociale: è iraniano il regista di uno splendido film di animazione sul viaggio di un gruppo di rifugiati in cerca di un luogo sicuro".

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020 non modifica la fruibilità delle sale cinematografiche ma impedisce tutte le attività convegnistiche e congressuali in presenza. Per questo motivo, gli appuntamenti collaterali che hanno da sempre contraddistinto la settimana di Magma troveranno forme e linguaggi nuovi. Il festival Magma - Mostra di cinema breve è realizzato grazie al sostegno della Regione Siciliana, assessorato Turismo Sport e Spettacolo, dipartimento Turismo Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell'ambito del progetto Sensi Contemporanei, e in collaborazione con il Comune di Acireale.

Cos’è Magma

Mostra di cinema breve Magma è uno dei principali festival di cortometraggi in Italia. Giunto alla sua 19esima edizione consecutiva, ha ormai visionato decine di migliaia di film provenienti da tutto il mondo. Rispetto ai maggiori festival di cinema italiani, ha sempre mantenuto l’attenzione sul formato breve, riconoscendolo come forma d’arte autonoma e spazio in cui sperimentare nuovi stili, nuove tendenze, le poetiche di neonati autori o di registi già affermati. A organizzarlo è l’associazione culturale Scarti, nata ad Acireale nel 2001 da un’idea di Lorenzo Vecchio. A lui è dedicato il premio al corto vincitore del festival. Sin dai primi anni di attività, Scarti è impegnata nella promozione culturale, con particolare attenzione al cinema e alle arti visive. I suoi componenti, molti dei quali risiedono oggi fuori dalla Sicilia, portano avanti – attraverso Magma – un progetto che da 19 anni valorizza il territorio attraverso la convergenza delle più significative esperienze di cinema breve presenti a livello internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento