Giochiamo! Ikea celebra il diritto al gioco per tutti i bambini

Fino al 24 dicembre iniziative dedicate nello store di Catania

Fino al 24 dicembre, Ikea Italia celebra l’importanza del gioco con la campagna “Giochiamo!” a sostegno del diritto dei più piccoli ad un’infanzia serena. “In Ikea crediamo che il gioco sia una cosa seria, uno strumento importante con cui garantire ai bambini la serenità che meritano per vivere appieno la loro infanzia” dichiara Ivan Gardini, Market Manager Ikea Catania. “Con l’iniziativa ‘Giochiamo!’ siamo orgogliosi di essere al fianco di chi quotidianamente, sul territorio, si prende cura dei più piccoli”.

Sabato 9 e domenica 10 novembre, dalle ore 15 alle 19, nel negozio Ikea di Catania i bambini fra 0 e 12 anni potranno esprimere la loro creatività partecipando a “Disegna il tuo peluche”, un’iniziativa a loro dedicata che darà vita ai prossimi personaggi di Sagoskatt, la collezione disegnata dai bambini per aiutare altri bambini. Rully il robot che balla, Gurki il cetriolo supereroe sono solo alcuni dei personaggi creati dalla matita dei piccoli artisti e diventati peluche.

Fino al 24 dicembre per ogni peluche Sagoskatt acquistato, Ikea Catania devolverà l’intero ricavato all’Associazione V.O.I Volontari Ospedalieri Italiani onlus Catania. Inoltre, i consumatori potranno contribuire ulteriormente attraverso l’acquisto di giocattoli e peluche da donare all’Associazione Oasi Maria SS. Onlus di Troina (EN): i prodotti saranno poi distribuiti ai bimbi seguiti dalla Associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Catania dove trovare sconti e fare affari

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

Torna su
CataniaToday è in caricamento