Centro storico, un' intera giornata dedicata ai diritti del migrante

Banchetti di accoglienza e numerose iniziative si sono tenute tra piazza Stesicoro e Vico Santa Filomena. A spiegare il progetto è Claudia Astuto, volontaria di ArciCatania

ph Officina fotografica

“Siamo tutti migranti, ma nessuno è straniero!” è lo slogan della giornata dei diritti del migrante promossa da diverse associazioni come Arci, Co.Pe, CataniaInsieme, Terra Amica, Officina fotografica, Adif e Ghezà.

I volontari hanno, infatti, organizzato dei banchetti di accoglienza e solidarietà e numerose iniziative che si sono tenute tra piazza Stesicoro e Vico Santa Filomena. “E’ da diversi anni che organizziamo questa manifestazione a Catania: abbiamo, infatti, trasferito per strada quello che facciamo giornalmente nelle sedi delle nostre associazioni, proprio per dare visibilità maggiore al nostro operato” dichiara Claudia Astuto, volontaria di ArciCatania.

“Tra le attività in programma, abbiamo previsto lezioni d’italiano per migranti e di danza interculturale, laboratorio di teatro,consulenza legale. La relazione tra il cittadino catanese e il migrante è difficile e per certi versi eterogenea. Da un lato il cittadino mostra il suo DNA accogliente, considerato che alle spalle abbiamo un passato recentissimo di migrazione. Dall’altro però assistiamo a relazioni negative legate all’ignoranza, alla “distanza” che si costruisce, dovuta al momento di crisi che stiamo vivendo, nel quale per l’appunto diventa più “semplice” accusare l’altro, il diverso. Con questa manifestazione abbiamo voluto colmare simbolicamente il gap tra i migranti e i cittadini, soprattutto per far conoscere a questi ultimi come vanno le cose”, conclude Claudia, specificando che molti sono gli extracomunitari che partecipano a queste iniziative e che mostrano il loro impegno nel portare avanti un’integrazione pacifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento